Ites Da Vinci Santa Maria C.V., cineforum al Teatro Ricciardi con la proiezione del film “C’è ancora domani”

C'è ancora domani, di e con Paola Cortellesi. Foto Claudio Iannone/Ufficio stampa
GIORDANI
termotecnica-2023
previous arrow
next arrow
GIORDANI
SANCARLO50-700
glp-auto-700x150
previous arrow
next arrow

Cantiere della consapevolezza e della convivenza civile

Gli studenti hanno potuto assistere al film di successo di Paola Cortellesi, prossimo appuntamento con la pellicola candidata all’Oscar “Io Capitano” sui temi dell’immigrazione e della lotta al razzismo, su iniziativa della dirigente scolastica Mascolo e della responsabile del Progetto Sgambato.

Continuano gli appuntamenti del cineforum organizzato, dall’Ites Da Vinci di Santa Maria Capua Vetere in sinergia con il cinema Teatro Ricciardi di Capua e varie associazioni presenti sul territorio ed impregnate nella sensibilizzazione su particolari tematiche sociali e culturali, quali Fondazione UnaNessunaCentomila, EVA Cooperativa Sociale, DifferenteMente Aps, Ordine degli Avvocati di Santa Maria CV e club Rotary Capua Antica e Nova.

GPL-AUTO
GPL-AUTO
previous arrow
next arrow
LORETOBAN1
LORETOBAN1
previous arrow
next arrow

Gli studenti dell’istituto tecnico economico sammaritano hanno assistitito, ieri martedì 5, alla proiezione del film drammatico diretto da Paola Cortellesi e con la medesima attrice, al suo debutto in regìa, e l’attore Valerio Mastandrea, un dramedy in bianco e nero scelto per aprire la Festa del Cinema di Roma che racconta il percorso di crescita di Delia, una donna coraggiosa capace di cambiare il proprio destino.

“Gli incontri al cinema rientrano nelle attività del “cantiere della consapevolezza e della convivenza civile” che la docente Camilla Sgambato già da alcuni anni coordina nel nostro istituto. La scuola, chiamata in causa dopo ogni drammatico episodio di violenza, deve continuare, sempre più convintamente, a porre in essere azioni pedagogiche concrete ed indispensabili che incidano sulle cause e non sulle conseguenze,che servano cioè a prevenire comportamenti illegali, violenti e sessisti.

Martedì abbiamo visto il film della Cortellesi, convinti del potere dirompente del suo film nel dare alle giovani generazioni innanzitutto la possibilità di identificare, per poi contrastare, la violenza di genere, per educarle al rispetto reciproco, alle relazioni paritarie, scappando da quelle tossiche e disfunzionali.

Qualche giorno fa abbiamo toccato i temi dell’inclusione e delle adozioni con la proiezione del film che racconta la vicenda di Luca Trapanese e l’adozione della sua piccola Alba. Prossimamente vedremo il film candidato all’Oscar “Io Capitano” sui temi dell’immigrazione e della lotta al razzismo”, dichiara la dirigente Carmela Mascolo.

“Plaudo all’iniziativa perché è un nuovo modo di fare scuola, di formare i cittadini del domani, con compiti di realtà e in piena sinergia con tutti gli attori e le agenzie educative del territorio. Ringrazio i miei docenti, tutti i relatori del dibattito, le associazioni che hanno dato il loro patrocinio ed il cinema Ricciardi di Capua per le opportunità che dà ai nostri studenti e alle nostre studentesse.

Il ciclo di eventi continuerà nei prossimi mesi coinvolgendo a turno tutte le classi dell’istituto, comprese le classi del serale, in un’ottica di apprendimento permanente”, conclude la dirigente dell’Ites Da Vinci.