L’ Angelo degli Ultimi, Don Antonello dice messa a La Casa del Sorriso in memoria di Massimo

Massimo era uno dei tanti Clochards che occupava un posto su di un marciapiede fuori al Banco di Napoli. Un invisibile, uno degli ultimi.

L’anno scorso proprio in questi giorni di settembre Massimo lasciava questa terra, le sue patologie aggravatesi per strada non gli hanno lasciato speranza, nonostante le cure e le attenzioni dell’associazione L’angelo degli Ultimi che lo aveva preso in custodia e con grandi difficoltà aveva provato a farlo curare.

Ieri, 16 settembre, è dunque caduto l’anniversario della morte di Massimo e l’associazione ha voluto ricordarlo con la celebrazione di una messa proprio presso La Casa del Sorriso di Don Giorgio Quici, struttura per il ricovero e l’assistenza dei senza tetto affidata dal Comune di Caserta all’associazione in via temporanea.

La messa è stata officiata da Don Antonello, alla presenza degli ospiti della struttura, di buona parte dei volontari dell’associazione e dei consiglieri comunali Andrea Boccagna e  Michele De Florio

“È stata una grande emozione – commenta Antonietta D’Albenzio, presidente dell’associazione dalla pagina Facebook del L’angelo degli Ultimi –  sia per noi che per il nostro amatissimo Don Antonello, ci sono stati momenti di riflessione e commozione nel ricordare Massimo e non solo …i nostri fratelli Clochard hanno tanto desiderato questo momento e hanno voluto con un gesto tangibile mostrare il proprio affetto per Don Antonello donandogli un angelo quale simbolo della nostra associazione.

Un ringraziamento particolare per la loro partecipazione anche ad Andrea Boccagna e Michele De Florio che hanno voluto essere presenti alla cerimonia”.