L’ ENPA sulle tracce della volpe rossa con la rogna avvistata sulla panoramica di Casertavecchia

La segnalazione di qualche giorno fa della volpe rossa con la rogna avvistata sulla panoramica per Casertavecchia ha dato i suoi frutti. L’autrice dell’avvistamento, la signora Rosa De Simone, biologa e podista che nel corso delle sue camminate programmate aveva fotografato la volpe e pubblicato le immagini sul gruppo social di cittadinanza attiva Ciò che vedo in Città Caserta CCVIC-C è stata infatti contattata dall’Enpa per poter effettuare un sopralluogo sul posto in cui era stato visto l’animale selvatico.

E questa mattina la signora De Simone si è recata sul posto, raggiunta da due operatori dell’ENPA, il responsabile Vito Marcello con una collaboratrice, provenienti direttamente da Pietramelara. Il dottor Marcello ha assicurato che saranno poste delle trappole per poter prendere la volpe e condurla presso un veterinario dove potrà ricevere le cure adeguate.

Mi è stato assicurato che sarà trattata con la maggior delicatezza possibile – ha riferito la signora preoccupata che l’uso delle trappole potesse in qualche modo far male alla volpe –  il dottor Marcello inoltre ci ha riferito che potrebbe essere la stessa volpe che era già stata presa in carico proprio dall’ENPA e curata qualche tempo fa quando si aggirava nei pressi del Giardino Inglese della Reggia e presso il boschetto di San Michele”.

Attendiamo ora gli esiti di questo intervento per sapere se la nostra volpina si farà o meno vedere in zona e potrà così ricevere le cure adeguate.

Ancora una volta il tam tam mediatico è stato importante e fondamentale ai fini della diffusione della notizia. I membri del gruppo che hanno contribuito alla condivisione dell’informazione sono ora pronti a battagliare su di un altro tema egualmente importante, l’incivile sversamento abusivo dei rifiuti nella stessa zona in cui è stata segnalata la volpe, una zona boschiva talmente ricca del nostro territorio da ospitare anche cinghiali e caprioli che andrebbe assolutamente tutelata in misura più seria e serrata.