La battaglia degli Alberi a Caserta, Sessantaquattro nuovi fusti in Villetta Giaquinto per “Salvare il Pianeta”

Ormai la guerra per la riappropriazione del territorio anche attraverso il recupero degli spazi verdi è aperta, con il coinvolgimento pieno della popolazione cittadina e delle associazioni, non solo quelle dedicate all’ambiente, ma di tutti i consorzi volontari.

Dopo quanto si sta facendo per salvare i 21 alberi sani di Villetta Padre Pio, destinati all’abbattimento in virtù di un progetto di riqualificazione dell’area, vedi la raccolta di firme online, la marcia per l’ambiente, le numerose iniziative sui social per scongiurare l’evento, leggere della prossima piantumazione di ben 64 alberi in altra Villetta fa allargare il cuore e sperare.

Non arriveranno così all’improvviso questi alberi a Villa Giaquinto, sono il frutto di un lavoro del comitato che da tempo sta portando avanti sul territorio, cercando di coinvolgere con tutte le proprie forse, chiunque, dai bambini agli adulti, dalle istituzioni, alle associazioni.

Così leggiamo sulla pagina Facebook del Comitato Villetta Giaquinto:

64 NUOVI ALBERI A VILLA GIAQUINTO PER SALVARE IL PIANETA

Da anni proviamo a prenderci cura del nostro territorio per creare relazioni e comunità capaci di proteggere il parco che gestiamo con amore e impegno.

Continui allagamenti, bombe d’acqua e ondate di calore ci hanno portato ad aderire con convinzione alla mobilitazione di Fridays For Future Italia. Ma scendere in piazza non ci bastava. Abbiamo deciso di fare di più. Pianteremo 64 nuovi alberi che contribuiranno ad abbattere ca. 1000kg di CO2 all’anno!

Stamattina abbiamo ritirato l’autorizzazione ad effettuare l’intervento da parte del Comune di Caserta. Siamo felici che l’Amministrazione abbia accolto con convinzione la nostra proposta e che il geom. Michele Amato, funzionario con delega alle aree verdi, abbia mostrato una grande sensibilità rendendosi da subito disponibile.

Ora, avvieremo le pratiche per ottenere le piante dai vivai forestali della Regione Campania.

E’ un primo passo per combattere il cambiamento climatico e speriamo che siano tanti cittadini ed associazioni a fare iniziative del genere.
Insieme siamo invincibili!