La Casa di Carta, arriva la quarta stagione della serie TV Netflix

Tokyo-ne-La-casa-di-carta-serie-tv-Netflix

Il 3 aprile ha segnato il grande ritorno della serie ”La casa di carta” che, dopo solo nove mesi dall’ultima stagione, è riapparsa sugli schermi di tutto il mondo per la gioia dei fan in attesa delle stravolgenti novità. L’ultimo episodio della terza stagione, carico di tensioni in quel finale di Nairobi ferita, in lotta tra la vita e la morte, faceva presagire una nuova serie che puntualmente è arrivata.

Se la terza season ci lascia con il fiato sospeso, la quarta non è da meno; sin dai primi episodi le aspettative non vengono tradite: la banda spagnola, accompagnata dalle note del celebre canto partigiano, “Bella ciao”e sotto le direttive del Professore, ineguagliabile stratega, concretizza nuovi piani di conquista e di liberazione.

La storia diventa ancora più avvincente: i nostri amati protagonisti, intenti a salvare la vita di Nairobi, moribonda dopo un colpo di proiettile in pieno petto, lottano per portare a termine il colpo e per far restare “la banda unita”, dopo che la presunta morte di Lisbona e il narcisismo irrefrenabile di Palermo rischiano di far crollare il piano.

Nella seconda grande ambientazione de “La casa di carta”, la tenda della polizia, il colonnello Tamayo gestisce  le trattative con la banda e contemporaneamente cerca di arginare la tracotante superbia e l’impressionante sadismo di Sierra, ancora una volta nemico numero uno dei Dalì.

La polizia sembra avere in scacco il professore e i suoi, finché la fuga di notizie sulle torture subite da Rio e sui metodi ben poco legali delle forze dell’ordine non fanno perdere al Colonnello l’appoggio popolare. Sierra, Tamayo, Antonazas non saranno più soli contro la banda, ma anche contro migliaia di cittadini spagnoli che hanno preso le loro parti, in una battaglia che li vedrà irrimediabilmente sconfitti.

L’episodio conclusivo  è un climax di tensione e azione e culmina con un finale aperto che lascia gli spettatori sulle spine, in attesa di una quinta stagione che è già realtà, con probabile data d’uscita in autunno 2021.

Le sorprese non finiscono, quest’anno il regista ha deciso di regalare agli  spettatori un eccezionale background delle riprese catapultando tutti sul grandioso set insieme agli attori.

Ci viene raccontato il lavoro da fare prima di ogni ripresa, il punto di vista di personaggi e la ragione del successo di questa splendida serie.

Alex Pina, regista della fortunata serie di marchio Netflix, svela che uno degli ingredienti fondamentali di un mix cosi’ esplosivo e di successo è l’empatia; la capacità di far sentire lo spettatore vicino e dentro la scena, e di potersi rivedere nelle emozioni e nei conflitti interiori di personaggi dal background complesso e con ancora tanto da dire e tanto da raccontare. Anche tra gli attori e i personaggi portati in scena si crea quasi un rapporto simbiotico; si pensi che Alba Florès (Nairobi sul set), ha pianto alla fine delle riprese.

Se la quarta stagione è stata così emozionante  attendiamo già con ansia una quinta.

Quali sorprese ci aspettano?