La Casertana batte la Virtus Francavilla e vede la salvezza più vicina: decisivo Pinna al 92′

Foto: LaPresse

La Casertana vince in trasferta contro la Virtus Francavilla e compie un passo fondamentale verso la salvezza. Al “Fanuzzi” di Brindisi i rossoblù battono per una rete a zero i pugliesi: decisiva la rete su punizione  al 92’ del neo arrivato Paride Pinna, che in poche settimane ha dimostrato di poter dare un grande contributo alla causa non facendo rimpiangere il lungodegente Iacopo Galli. La rete che ha regalato i tre punti è arrivata nel momento più difficile della gara, con la Casertana rimasta in 10 dal 74’ per l’espulsione di De Rose. La squadra di D’Angelo si è fatta comunque preferire rispetto agli avversari nell’arco di tutta la gara ed ha creato diversi pericoli alla porta difesa da Saloni.

I falchetti, complici le sconfitte delle dirette inseguitrici Fondi e Paganese, ora sono quintultimi a 26 punti e vedono l’obiettivo salvezza più vicino grazie alle tre lunghezze di vantaggio sulla zona play out.

LA PARTITA

D’Angelo sceglie il 3-5-2: davanti a Forte la difesa titolare con Rainone, Polak e Lorenzini, mentre De Rose, De Marco e Carriero  compongono la linea mediana. Sugli esterni Pinna e Meola e in attacco, con Padovan squalificato, agiscono Turchetta e Alfageme.

Nella prima frazione la Casertana fa la partita pur non risultando molto incisiva negli ultimi 15 metri. L’occasione più importante al 26’ quando Alfageme insacca il pallone in rete: interviene però l’arbitro Morriconi che annulla il gol per il fuorigioco dell’argentino.

Il discorso di D’Angelo negli spogliatoi ha un effetto positivo sui calciatori, che entrano in campo nella ripresa decisi a conquistare i tre punti. Al quarto minuto la girata di Meola finisce alta di poco e due minuti più tardi il suo “collega di fascia” Pinna colpisce la traversa di testa. Il cronometro scorre e la Casertana continua a macinare gioco. I rossoblù invocano il penalty per un netto fallo su Turchetta, ma secondo il direttore di gara il contatto è avvenuto appena fuori dall’area di rigore. Al 70’ gli ospiti sfiorano ancora il vantaggio sull’asse Pinna-Turchetta: l’ex Cosenza semina diversi avversari ed effettua un cross sul quale calcia Turchetta, che si vede però negare la gioia del gol dall’intervento di Saloni.

Quando mancano 15 minuti al termine del tempo regolamentare l’episodio che rischia di rendere vani gli sforzi dei falchetti: ingenuità di De Rose che protesta in maniera veemente dopo essere stato ammonito e rimedia così un pesantissimo rosso. La Casertana riesce a tenere però i nervi saldi e continua a proporre gioco: all’80’ la conclusione del subentrato Rajcic finisce alta e due minuti dopo la Virtus sfiora il vantaggio in una delle pochissime occasioni costruite. Tiro cross di Lugo Martinez e spaccata di Biason, che per una frazione di secondo non trova la deviazione vincente.

Quando la partita sembra ormai incanalata verso lo 0-0 arriva il gol della Casertana: nel secondo dei cinque minuti di recupero Pinna mira l’incrocio dei pali su punizione e regala tre punti ai suoi.

Sesta gioia stagionale per i tifosi e iniezione di fiducia fondamentale per i rossoblù, che ora potranno affrontare senza assilli la prossima sfida casalinga contro il Cosenza.