La Casertana batte il Monopoli e sfata il tabù Pinto

Casertana Monopoli
(Credit Photo Giuseppe Scialla)

Al quinto tentativo la Casertana sfata il tabù “Pinto” e vince la sua prima gara stagionale sul nuovo manto erboso dell’impianto di Viale Medaglie d’Oro. Lo fa in una partita agonisticamente difficile, con sette ammoniti e due espulsi, ma allo stesso tempo con la forza e la determinazione di chi sapendo soffrire ha cercato con determinazione la prima vittoria stagionale tra le mura amiche. Decidono i gol di Cuppone e Icardi nella prima frazione di gioco, mentre a poco è servita la rete di Zampataro, in chiusura del primo tempo, al Monopoli per evitare la seconda sconfitta consecutiva in trasferta.  Note negative le espulsioni di Icardi e Konatè che hanno rischiato di compromettere una gara in cui i falchetti avrebbero potuto soffrire meno di quanto visto in campo.

Casertana alla ricerca della prima vittoria stagionale al “Pinto”, dove è reduce da ben quattro sconfitte consecutive, Monopoli invece che prova il colpo esterno che manca dal 25 ottobre quando i pugliesi di Scienza violarono il “Simonetta Lamberti” di Cava de Tirreni. Entrambe reduci da una sconfitta pesante nell’ultimo turno di campionato, contro Vibonese e Palermo, la gara che chiude la quattordicesima giornata, ha un valore importante per entrambe in chiave classifica. Problemi di formazione per Guidi che è costretto a rinunciare agli squalificati Bordin e Carillo, due colonne dello scacchiere tattico rossoblù, oltre all’infortunato Fedato, mentre si rivede in campo dal primo minuto Castaldo.

Partono nell’undici titolare gli ex Cuppone e Hadzionsmanovic, rispettivamente nel tridente offensivo il primo, da esterno, nella difesa a quattro, il secondo. In casa Monopoli, Scienza si cambia qualcosa rispetto alla gara di Palermo: ritorna Giosa che prende il posto di Arena nella linea difensiva completata da Mercadante e Nicoletti; a metà campo invece tocca a Zampataro sostituire Tazzer sulla corsia esterna destra; in avanti invece Starita, ancora rimpianto dalle parti del “Pinto” ex della gara insieme a Giorno, farà coppia con il giovanissimo, classe 2002, Samele che sostituisce Santoro.

Partenza veloce del Monopoli che al 2’ si affaccia pericolosamente dalle parti di Avella: incursione sulla sinistra di Guiebre, traversone pericoloso in area che trova la non perfetta presa del portiere rossoblù, poi è Buschiazzo che devia la conclusione di Samele. La riposta della Casertana arriva al 5’: punizione dal vertice destro battuta da Pacilli che si stampa sulla barriera con la formazione rossoblù che lamenta un tocco con il braccio.  Al 10’ la Casertana trova la rete del vantaggio: cross della destra di Hadziosmanovic, uscita errata di Menegatti, che sbaglia il tempo, e Cuppone appostato sul secondo palo non ha difficoltà a depositare in rete la sfera. Al 18’ è Santoro, sugli sviluppi di un calcio di punizione, a mettere paura a Menegatti, peccato che la sua conclusione termina di pochissimo a lato. Monopoli che prova a reagire, ma la Casertana si chiude bene e non lascia spazio alla formazione di Scienza, provando a sfruttare proprio gli spazi che gli vengono lasciati. Al 25’ il Monopoli si rifà vedere dalle parti di Avella: incursione di Starita sulla sinistra, cross centrale per Piccinni il cui tiro è centrale e facile preda del portiere rossoblù. Al 37’ la Casertana trova la rete del raddoppio: palla persa da Giosa che termina sui piedi di Izzillo, che nonostante la distanza proibitiva lascia partire una conclusione che non lascia scampo a Menegatti.

Una Casertana che sul doppio vantaggio controlla la gara, anche se al 45’ una conclusione di Giorno dalla lunga distanza mette in apprensione Avella, costretto a distendersi e parare in due tempi.  Al 46’ il Monopoli riesce ad accorciare le distanze e a riaprire la gara: cross dalla destra di Guiebre che trova dal lato opposto Zampataro che con una conclusione precisa, di destro, supera Avella. Dopo due minuti di recupero, il direttore di gara manda le due squadre negli spogliatoi con una Casertana in vantaggio, ma punita dal Monopoli nell’unico errore commesso dalla retroguardia rossoblù. Senza cambi le due formazioni che iniziano la ripresa.  Al 53’ la casertana usufruisce di un calcio di punizione da posizione favorevole, ma la conclusione di Pacilli si perde alta sopra la traversa. Gara che si accende agonisticamente, con continui interventi al limite del regolamento, a dimostrazione di quanto importante sia la posta in palio, con il direttore di gara che ha il suo bel da fare per mantenere la calma. Al 59’ finisce la partita dell’ex Starita, che in verità si è visto pochissimo, così come Samele, con Scienza che cambia la coppia d’attacco, inserendo Marilungo e Santoro con la speranza di aumentare la pericolosità in fase offensiva.

Monopoli che alza il ritmo, alla ricerca del pari, mentre la Casertana prova a chiudere e a ripartire in contropiede. All’84’ la Casertana resta in dieci, per l’ennesima volta in questa prima parte di stagione: fallo di Icardi, già ammonito, proprio sotto gli occhi del direttore di gara, che senza esitazioni sventola il secondo giallo sotto gli occhi del calciatore romano. All’87’ è Guiebre a cercare fortuna con una conclusione dal limite ma il suo tiro si perde a lato alla sinistra di Avella. Stessa sorte, per fortuna dei falchetti, capita all’89’ quando una girata di Marilungo, pescato in area da Santoro, termina lontano dei pali difesi da Avella. Al 90’ il portiere dei falchetti si erge a vero protagonista dell’incontro: conclusione di Giorno dal limite dell’area, deviazione Konatè che mette in difficoltà Avella che è bravo a smanacciare in angolo. Proteste del Monopoli che chiedeva un tocco di mano e a farne le spese è proprio Konatè che viene espulso dal direttore di gara lasciando la Casertana in nove uomini. Casertana che però resiste agli assalti del Monopoli, ma il risultato non cambia: i tre punti vanno ai falchetti.

CASERTANA – MONOPOLI 2 – 1

CASERTANA (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic, Buschiazzo, Konate, Setola; Icardi, Santoro, Izzillo; Pacilli (85’ Matese 93’ Ciriello), Castaldo, Cuppone. A disp. Dekic, Zivkovic, Longobardo, Petruccelli, De Lucia, Varesanovic, Origlia, Polito, Petito, Valeau. All. Guidi

MONOPOLI (3-5-2): Menegatti; Nicoletti (28’ Sales), Giosa, Mercadante; Zambataro (70’ Tazzer), Piccinni (70’ Vassallo), Giorno, Paolucci, Guiebre; Starita (59’ Santoro), Samele (59’ Marilungo). A disp. Pozzer, Antonacci, Bastrini, Arlotti, Lombardo, Rimoli, Nina. All. Scienza

Arbitro: Paride Tremolada di Monza

Assistenti: Davide Conti di Seregno e Simone Biffi di Treviglio

Quarto Ufficiale: Federico Longo di Paola

Reti: 10’ Cuppone (CE), 37’ Izzillo (CE), 46’ Zampataro (MO)

Ammoniti: 13’ Hadziosmaniovic (CE) 16’ Castaldo (CE), 17’ Giorno (MO), 27’ Starita (MO), 52’ Zampataro (MO), 67 Icardi (CE), 82’ Santoro (CE)

Espulsi: 84’ Icardi (CE) doppia ammonizione, 90’ Konatè (CE)

Recupero: 1T 2′; 2T 5′