La Casertana passa a Cava e torna alla vittoria

Un gol del capitano Luigi Carillo a cinque minuti dalla fine dell’incontro regala alla Casertana tre punti pesanti in chiave salvezza, nel derby giocato al “Simonetta Lamberti”. Un derby sicuramente non bello, ma che alla fine premia una Casertana che ha subito sicuramente, in alcune occasioni, l’intraprendenza della formazione padrona di casa che incassa la settima sconfitta consecutiva tra le mura amiche. Per la Casertana invece seconda vittoria consecutiva in trasferta, dopo quella di Francavilla.

Novità tecniche da entrambe le parti con i due allenatori, che non rinunciano alla loro filosofia di gioco e quindi squadre schierate a specchio con il 4-3-3.  In casa Cavese Enzo Maiuri, ex trainer dei falchetti, cambia poco rispetto alla gara di sette giorni fa a Catanzaro con l’inserimento di Germinale. Federico Guidi, tecnico della Casertana, dal canto suo recupera Pacilli, Izzillo e soprattutto Castaldo, fermo dalla gara contro il Foggia, con i primi due nell’undici di partenza mentre l’ex Avellino parte dalla panchina. In campo esordio stagionale per l’ex Polito schierato a sinistra con Setola che scala in panca; maglia da titolare anche per Matese, buona la sua prestazione contro il Bari, che insieme a Izzillo e Bordin compone il terzetto di centrocampo; in avanti confermati Icardi e Cuppone, tocca a Pacilli prendere il posto dell’infortunato Fedato.

Inizio gara sostanzialmente equilibrato con le due squadre che cercano la profondità per sfruttare le qualità degli attaccanti. Al 14’ la prima occasione da annotare sui taccuini: Senesi, servito da Cuccurullo, si ritrovata davanti ad Avella, ma la sua conclusione, da distanza ravvicinata, non è precisa e il portiere rossoblù si salva respingendo con i piedi. Formazione padrona di casa che con il passare dei minuti conquista terreno, mentre la Casertana è costretta ad arretrare il proprio baricentro per difendersi dalle avanzate degli esterni di Maiuri. Al 19’ Cavese ancora una volta pericolosa: cross dalla destra di Senesi, non ci arriva Germinale a centro area, alle spalle la tocca Russotto che da buona posizione mette di testa alto, con Avella apparso non bene posizionato.  Al 25’ episodio dubbio in area di rigore della Cavese: taglio in verticale di Pacilli per Cuppone il cui colpo di testa arresta la sua corsa sulla mano di Matino, con i calciatori rossoblù che chiedono il calcio di rigore, ma il direttore di gara lascia continuare. Al 30’ padroni di casa ancora pericolosi dalle parti di Avella: conclusione dal limite dell’area di Russotto e l’estremo difensore rossoblù è bravo a distendersi e a deviare la sfera in angolo. Al 32’ è Senesi a chiamare all’intervento Avella, con una conclusione di destro a giro, indirizzata sul palo più lontano, ma anche questa volta il portiere rossoblù non si fa sorprendere e devia in angolo. Al 37’ è la Casertana a far vedere in avanti, con una conclusione di Pacilli dalla lunga distanza con Bisogno che riesce a bloccare la sfera in due tempi. Al 38’ ancora Cavese vicina al vantaggio: azione di Senesi sulla corsia di destra, assist per Tazza il cui cross trova l’impatto di Germinale, ma la sua conclusione si perde clamorosamente alta sopra la traversa. Al 45’ Pacilli pesca Cuppone al limite dell’area, ma la conclusione dell’attaccante si perde alta sopra la traversa. Dopo un solo di minuto di recupero, il direttore di gara manda le due squadre negli spogliatoi decretando la fine di una prima frazione di gioco in cui la Cavese ha sicuramente fatto di più e solo un attento Avella l’ha privata del vantaggio.

Cavese che prova, senza riuscirsi, ad essere più intraprendente nella ripresa dove, invece, sale di tono la Casertana. Al 52’ però è la Casertana a vedersi strozzare in gola la gioia del gol: Cuppone pescato in area da una giocata di Pacilli, batte a rete e supera Bisogno, ma la segnalazione del secondo assistente, annulla la rete. Al 60’ è ancora Cuppone, tra i più attivi nella formazione rossoblù, a provare la conclusione dal limite dell’area ma la sfera si perde a lato. Casertana che da l’impressione di aver preso le misure alla formazione padrona di casa, e al 62’ una conclusione di Icardi, deviata da Matino, per poco non beffa Bisogno che blocca a terra la sfera. Al 65’ Federico Guidi si gioca la carta Castaldo, con Cuppone che scala sulla corsia sinistra, lasciando il centro dell’attacco all’attaccante ex Avellino. Al 76’ la Cavese torna ad affacciarsi dalle parti di Avella: conclusione di Esposito dalla lunga distanza e il giovane portiere rossoblù è ancora una volta reattivo ad allungarsi e a deviare in angolo. All’82’ è De Rosa a graziare la formazione rossoblù, con una conclusione da buona posizione che si perde malamente a lato dalla porta difesa da Avella. All’85’ la Casertana, in modo anche abbastanza inaspettato, trova la rete del vantaggio: angolo di Hadziosmanovic e testa di Carillo che a centro area trova il tempo giusto per battere Bisogno. Gli ultimi minuti servono alla Casertana per gestire il vantaggio, mentre la Cavese non riesce a reagire ed è costretta ad alzare bandiera bianca. Festeggia la Casertana, si rammarica la Cavese che ai punti avrebbe meritato almeno il pari.     

 

CAVESE – CASERTANA 0 – 1

CAVESE (4-3-3): Bisogno; Tazza, Matino, De Franco, Semeraro; Cuccurullo, Favasuli (65’ Pompetti), Esposito (79’ Matera); Russotto, Geminale (60’ De Rosa), Senesi (65’ Vivacqua). A disp. D’Andrea, Paduano, Ricchi, Migliorini, De Paoli, Onisa, Marzupio, Montaperto. All. Maiuri

CASERTANA (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic, Buschiazzo, Carillo, Polito (65’ Setola); Izzillo (65’ Castaldo), Bordin, Matese (73’ Santoro); Pacilli (83’ Origlia), Cuppone (83’ Varesanovic), Icardi. A disp. Dekic, Zivkovic, Petito, De Sarlo, Ciriello, De Lucia.  All. Guidi

Arbitro: Mario Davide Arace di Lugo di Romagna

Assistenti: Stefano Franco di Padova e Alessandro Munerati di Rovigo

Quarto Ufficiale: Valerio Vogliacco di Bari

Reti: 85’ Carillo (CE)

Ammoniti: 24’ Pacilli (CE), 43’ Polito (CE), 46’ Izzillo (CE), 68’ Cuccurullo (CA), 91’ Pompetti (CE)