La Casertana può festeggiare, è ai playoff. Decisive le penalizzazioni inflitte a Matera e Siracusa

Foto: Lapresse

Non ci sarà bisogno di aspettare la gara di domenica 6 maggio al “Pinto” contro il Matera: la Casertana è ai playoff. Decisive per l’ufficializzazione del verdetto “a bocce ferme” sono state le ulteriori penalizzazioni inflitte dal Tribunale Federale Nazionale, che a distanza di qualche settimana è tornato a sanzionare per inadempienze amministrative tre squadre: il Matera (- 10 punti) che dice così addio ai playoff nonostante il buon andamento generale della squadra, il Siracusa (6 punti) che scivola in quintultima posizione e l’Akragas, già retrocesso in serie D da tempo e che con gli ulteriori 6 punti di penalità arriva a quota zero.

Alla luce di queste decisioni la sfida tra i rossoblu e i lucani guidati da Auteri perde di importanza. I falchetti possono già festeggiare un traguardo che dopo il girone d’andata negativo sembrava impossibile da raggiungere. Gli uomini di D’Angelo avrebbero dovuto conquistare almeno un punto nell’ultima gara della stagione regolare per essere certi dell’accesso ai playoff indipendentemente dagli altri risultati: ora invece il loro obiettivo sarà quello di ottenere un buon risultato per salutare nel migliore dei modi la tifoseria e magari provare a fare un ulteriore passo avanti in classifica.

A cambiare oltre alla classifica è anche l’orario del match. Tutte le gare in programma domenica 6 maggio, e quindi anche quella tra Casertana e Matera, sono state infatti anticipate dalla Lega alle ore 14.30: inizialmente l’orario fissato era quello delle 20.30.

Questa la nuova classifica del girone C in attesa dell’ultima giornata: LECCE 74 (promosso in serie B), CATANIA 67, TRAPANI 67, JUVE STABIA 54, COSENZA 51, MONOPOLI 50, RENDE 50, CASERTANA 47, SICULA LEONZIO 46, FRANCAVILLA 45, BISCEGLIE 42, CATANZARO 41, REGGINA 40, ANDRIA 39, SIRACUSA 38, MATERA 36, PAGANESE 32, FONDI 30, AKRAGAS 0.

Loading...