La Casertana regala 3 punti alla Viterbese. Falchetti che non vedono l’uscita del tunnel

Finisce 3-4 allo Stadio Pinto, con la Viterbese che vince con merito sulla Casertana, mai in partita e sempre costretta ad inseguire. Viterbese concreta e cinica al momento giusto.

Purtroppo al termine della partita vi sono stati degli scontri fra i tifosi della Casertana e quelli della Viterbese. Per disperdere i facinorosi sono intervenuti i carabinieri presenti allo stadio ma i tifosi ospiti hanno aggredito violentemente i militari dell’arma. Due carabinieri sono finiti al pronto soccorso dell’Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta

PRIMO TEMPO
La partita, fin dall’inizio, lascia intendere chi ricopre il ruolo della preda e del cacciatore. Il match, per 20′ minuti senza nitide occasioni di gol, si accende con un calcio di rigore per la Viterbese: Blondett controlla male il pallone in area, facendosela soffiare da Bismark.

Trasforma dagli undici metri Pacilli, ospiti subito in vantaggio. La Casertana reagisce ma non concretizza fino al 31esimo, Meola deve solo spingere un rete un buon pallone di Castaldo.

Di nuovo rigore per la Viterbese di nuovo Adamonis spiazzato.
La Casertana esce dall’incontro e subisce anche il terzo gol, e si torna negli spogliatoi con un pesante 1-3 di passivo.

SECONDO TEMPO
Bella reazione nella ripresa con la Casertana, culminato con la realizzazione dal dischetto di Castaldo. 2-3 e il Pinto torna a cantare e la Casertana a credici, incredibile 3-3 al 63esimo, con il pareggio meritato da Zito.

Partita incredibile, Adamonis salva il risultato ma la stanchezza per un match lottato cosi’ tanto sopraggiunge e la Casertana si addormenta, e inevitabile giunge la beffa al minuto 87. La Viterbese passa e la Casertana si spegne, brutto stop interno per i falchetti.

Loading...