La chef stellata Rosanna Marziale rappresenterà la Reggia di Caserta a Versailles

Il direttore della Reggia di Caserta Mauro Felicori, attraverso un post su Facebook,  ha annunciato: “Una grande cena a Versailles celebrerà il patrimonio culinario europeo con una delegazione di chef stellati che rappresenteranno le più prestigiose residenze reali del continente. L’Italia c’è con la Reggia di Caserta e con uno chef speciale:  Rosanna Marziale“.

A Place at the Royal Table è un progetto cooperativo europeo sviluppato dalla Rete delle Residenze Reali Europee – European Royal Residences – per l’Anno Europeo dei Beni Culturali, e ha lo scopo di migliorare l’educazione sul patrimonio culturale europeo, creando relazioni oltre i confini nazionali e ponti tra le culture. Per valorizzare e promuovere gli ideali e gli obiettivi del progetto, è stato scelto il linguaggio universale del cibo, come veicolo di tradizioni. “A Place at the Royal Table ha l’obiettivo di fare scoprire la grande tradizione culinaria delle corti europee”, racconta ad Artribune Mauro Felicori.

Il programma si compone di diverse iniziative, come la grande mostra virtuale creata attraverso la piattaforma Google Culture Institute che raccoglie le collezioni di 13 diverse residenze reali europee (tra le quali è presente anche la Reggia di Caserta). I soggetti rappresentati nelle opere in mostra sono, naturalmente, a tema gastronomico.

“Inoltre a fine anno”, spiega Felicori, “è in programma una grande cena alla Reggia di Versailles, dove ogni residenza che fa parte dell’associazione manderà uno chef stellato come proprio rappresentante, caratteristica, questa, che dà a questa cena un valore comunicativo molto forte”. A guidare il prestigioso evento culinario di A Place at the Royal Table sarà Alain Ducasse, chef pluripremiato francese con all’attivo 28 ristoranti in tutto il mondo, tra cui uno proprio a Versailles. A rappresentare la Reggia di Caserta, e la tradizione culinaria del territorio, sarà Rosanna Marziale, titolare del ristorante Le Colonne e ambasciatrice nel mondo della mozzarella di bufala campana DOP. “Questo si inserisce in un discorso più vasto di promozione culturale”, ci spiega Felicori. “Non vogliamo promuovere solo la Reggia, ma anche il territorio, visto che la nostra è una terra di agricoltura meravigliosa: per queste ragioni abbiamo deciso di ospitare presso le nostre cavallerizze la sede del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop. Sono iniziative che portiamo avanti per valorizzare un territorio molto ricco ma anche poco comunicato, e noi stiamo usando la popolarità crescente della Reggia per riversare un po’ di questa popolarità su una terra che ne ha bisogno”.

Loading...