La Ciclovia del Volturno: dalle sorgenti a Capua l’esempio concreto di greenway

Il turismo considerato non solo come un’attività economica ma come motore per la conservazione e  la fruizione dell’intero territorio e delle sue risorse. Parte da questa considerazione la Ciclovia del Volturno, un percorso facile dotato di segnaletica direzionale, che si sviluppa su stradine secondarie di campagna.

Un percorso che inizia alle sorgenti del fiume Volturno (Rocchetta al Volturno) e arriva fino a Capua, attraversando valli e pianure  in un territorio ricco di incantevoli scorci paesaggistici naturali e storici (scavi della città monastica di San Vincenzo dell’ VIII sec., Badia della Ferrara dell’ XI sec. a Vairano Patenora e numerosi castelli che si ergono sui colli tra i quali scorre il fiume).

Ed è lungo il corso del fiume, che ha fatto da sfondo ad importanti momenti della storia, che l’opera è stata completata nel giugno del 2011 grazie all’opera volontaria dei soci dell’Associazione MTB & Trekking Volturno.

Un lavoro di progettazione e realizzazione di un itinerario e dell’installazione di una dettagliata segnaletica turistico-stradale che assiste i ciclisti che scelgono di vivere una forma di turismo “dolce” nel rispetto della natura e delle testimonianze storiche che vi dimorano.

Questa attività è diventata, anno dopo anno, una valida alternativa all’uso tradizionale dell’automobile, per viaggiare e trascorrere il tempo libero con la possibilità, egualmente, di visitare e ammirare zone, luoghi, conoscere storia e abitudini di un territorio.

Lungo la Ciclovia del Volturno si possono scoprire altri itinerari, lunghi o brevi, di facile o moderato impegno, che possono essere percorsi dal ciclista meno allenato al più esperto, ognuno trovando il giusto equilibrio tra il divertimento e l’attività sportiva.

Il profilo altimetrico è prevalentemente in continua e leggera discesa, presenta alcuni saliscendi abbastanza ripidi nel comune di Cerro al Volturno e Colli al Volturno, alcuni più lievi nei comuni di Ruviano e Castel Campagnano.

La Ciclovia del Volturno si rivolge non solo al singolo ciclista, ma a famiglie e gruppi organizzati che amano pedalare in tranquillità nei week-end o nei periodi di vacanza. Inoltre, il clima mite che caratterizza il Molise e la Campania, favorisce l’attività cicloturistica consentendo tranquille passeggiate, durante la settimana o nei weekend, da soli o in compagnia, con la possibilità di condividere momenti piacevoli, scambiarsi esperienze e viaggiare evitando l’uso dell’automobile.

Attualmente è l’unico percorso cicloturistico con segnaletica direzionale, da percorrere in più giorni, nel Centro-Sud Italia. Tutelare e valorizzare il “paesaggio” delle vie (con i suoi itinerari aggiuntivi), percorribili in bici o a piedi, significa anche adoperarsi perché esse diventino, nella pratica di gestione del territorio e nella percezione dei cittadini, luoghi che qualifichino positivamente il paesaggio.

Luoghi di benessere e di tutela della qualità della vita, luoghi dove camminare, pedalare, muoversi senza mezzi motorizzati sia piacevole e sicuro. Potrebbe nascere proprio da loro, da queste importanti greenway, il “paesaggio sostenibile” di cui si sente sempre più la necessità.

Il percorso è un itinerario che contiene le caratteristiche peculiari di una ciclovia, con informazioni sufficienti (sito web) e indicazioni (segnaletica) per non smarrire la strada e calibrare la distanza secondo i propri mezzi. Il percorso, inoltre, è valorizzato e impreziosito da una particolare gastronomia locale, beni culturali e storici e servizi di bycicle friendly in crescita.

Loading...