La cintura di sicurezza può salvarci al vita ma a Caserta pochi la usano, alcuni si vergognano ad indossarla

Fin dal 14 aprile 2006 il Codice della Strada impone l’utilizzo delle cinture di sicurezza per la salvaguardia degli automobilisti e dei passeggeri. Eppure la provincia di Caserta  in una recente classifica stilata a seguito di uno studio di esperti risulta la più disobbediente nell’uso di tale dispositivo.

A seguito di tale stima la Polizia Municipale a breve avvierà una campagna di sensibilizzazione della cittadinanza. Gli operatori della Municipale sottolineeranno l’importanza delle cinture di sicurezza, un autentico salva-vita in caso di incidente stradale.

Maggiori controlli ci saranno anche sulle strade cittadine per applicare la norma che prevede la decurtazione, in caso di inosservanza, dei punti della patente ai trasgressori e imponendo sanzioni pecuniarie onerose.

Le sole categorie esentate dall’uso delle cinture di sicurezza sono le forze armate, quando sono in servizio, gli autisti dei mezzi pubblici e persone con particolari patologie, oltre alle donne in gravidanza, purché ci sia la presenza di opportuna certificazione medica.

Contestualmente partirà una campagna per sottolineare l’importanza dell’uso dei seggiolini per i bambini fino a 12 anni e di altezza inferiore a 1,50 metri, non solo per assicurare la corretta ritenuta durante gli spostamenti in auto, ma anche per informare sui nuovi modelli “anti-abbandono”.

Recente è infatti l’approvazione della legge in Parlamento per scongiurare il fenomeno del “black-out” temporaneo della mente . Per chi si sente infallibile occorre sapere che fare i “furbetti” non serve a nessuno, ma soprattutto danneggia sé stessi e i propri cari.

Loading...