La Decò Caserta fa suo il derby con la Ge.Vi. Napoli: termina 95-74

Una Decò aggressiva in difesa e fluida in attacco si aggiudica autorevolmente il derby n. 40 tra Caserta e Napoli. Il quintetto di coach Oldoini non ha praticamente sbagliato nulla, lasciando poche possibilità al quintetto partenopeo che si è trovata ben presto in doppia cifra di svantaggio.

La superiorità dei padroni di casa è ben raffigurata dallo score finale che ha visto i bianconeri tirare con il 59% da 2, il 58% da  3 ed il 72% ai liberi. Anche la lotta sotto canestro dà ragione ai casertani con 31 palloni conquistati contro i 25 napoletani. La valutazione finale di 107-66 spiega meglio di ogni commento la prestazione dei casertani.

L’avvio della contesa è tutto degli ospiti che, con due canestri di Guarino ed uno di Dincic, si portano sul 7-3. Sarà, però, questo l’unico e massimo vantaggio fatto registrare dai partenopei nel corso della gara. Sergio e compagni prendono ben presto le misure degli avversari e la tripla di Rinaldi segna il primo vantaggio (+5) dei padroni di casa. Hassan, Petrucci, Sergio, Bottioni e lo stesso Ciribeni utilizzano l’aggressività in difesa per sorprendere in contropiede gli avversari ed al primo parziale il tabellone del Paladecò segna il +7 per i padroni di casa (27-20).

In avvio di secondo quarto ssono 5 punti consecutivi di Petrucci a dare il primo vantaggio in doppia cifra ai casertani (32-20). È solo un accenno di quello che avverrà nel prosieguo con Petrucci perfetto dalla distanza (per lui 5/5 alla fine), cui si aggiungono anche la tripla di Pasqualin ed un Ciribeni che, nel finale del parziale, infila 8 punti consecutivi firmando il +23 (56-33) e chiudendo un parziale di 29-13.

Dopo l’intervallo lungo la partita riprende sulla stessa falsariga con una tripla di Hassan che fa segnare il massimo vantaggio della Decò (59-33). La Ge.Vi. con Bagnoli prova a reagire, ma Caserta è implacabile dalla media e dalla lunga distanza e, soprattutto, gioca un basket offensivamente piacevole con il coinvolgimento di tutti i giocatori in campo. E così il divario si mantiene costante intorno ai 20 punti, ribaditi nell’ultima azione del quarto da due liberi di Sergio (75-55).

Il quarto periodo non modifica l’andamento del confronto con i casertani impegnati a gestire il loro ampio vantaggio e gli ospiti a tentare d ricucire un divario che, però, non scende mai sotto i 16 punti.

Decò Caserta – Ge.Vi.Napoli 95-74
(27-20, 56-33, 75-55)

Decò: Dip 9, Petrucci 24, Ciribeni 18, Bottioni 9, Pasqualin 3, Valentini, Rinaldi 7, Hassan 18, Sergio 7; n.e. Barnaba e Piazza. All. Oldoini

Ge.Vi.: Guarino 12, Chiera 13, Malagoli, Molinari 7, Di Viccaro 10, Dincic 14, Bagnoli 18, Puoti, Milosevic, n.e. Erkmaa, Giovanardi, Milani. Allenatore Lulli

Arbitri: Santilli e Marzo

Usciti 5 falli: Valentini (Decò), Di Viccaro (Ge.Vi.).

Decò: tiri da 2 20/34 (59%), da 3 14/24 (58%), liberi 13/18 (72%9, rimbalzi  di cui 6 offensivi, Assist 20

Ge.Vi: tiri da 2 19/38 (50%), da 3 5/19 (26%), liberi 21/25 (84%), rimbalzi 25 di cui 6 offensivi, assist 6

Tiri liberi 13/18 (Juvedecò); 21/25 (Ge.Vi Napoli); tiri da tre 14/24 Juvedecò) 5/19 (Ge.Vi. Napoli)