La Decò Caserta vince contro Arechi Salerno dopo un finale di partita al cardiopalma

Caserta – Stasera al PalaDecò la Decò ha incontrato la Arechi Salerno, sua diretta inseguitrice in classifica. I padroni di casa hanno sempre mantenuto le distanze dai salernitani, giocando una buona partita per i primi tre quarti di gara.

Nell’ultima frazione di gioco, invece, sono stati raggiunti dalla Arechi e a 6 secondi dalla fine della partita il tabellone segna 72 – 72. Ci ha pensato Ciribeni a sistemare le cose, che con un tap-in porta la Decò alla vittoria con il punteggio finale 74 – 72. a questo punto il PalaDecò esplode in un tripudio di gioia.

Coach Massimiliano Oldoini, prima della gara di stasera, ha analizzato il girone di andata appena concluso. «Ci tengo a sottolineare che siamo andati oltre le nostre aspettative: il primo posto e la qualificazione alla Coppa Italia sono frutto e merito di un lavoro sinergico, quotidiano e certosino, condotto da società, squadra e staff. Concludere il girone di andata con una sola sconfitta non è stato facile né tantomeno scontato».

Resoconto completo della partita

La Decò Caserta supera l’ostacolo Salerno per 74-72, si conferma capolista del girone D e porta a quattro punti il suo vantaggio sulle immediate inseguitrici. È stata una vittoria sofferta , quella dei bianconeri, ma ampiamente meritata sia perché i padroni di casa hanno praticamente sempre condotto nel punteggio raggiungendo un vantaggio massimo di 23 punti, sia perché la settimana che aveva preceduto lo scontro al vertice era stata quanto mai tribolata con Dip ed Hassan che hanno saltato l’intera sessione di allenamento.

Il centro italo-argentino è rientrato in squadra solo sabato mattina, mentre Hassan non ha praticamente messo più piede in campo dopo la partita di Palermo ed è stato fortemente in dubbio fino alle battute iniziali della gara. A questo si è aggiunto Petrucci che ha subito un lieve infortunio alla caviglia nell’allenamento di giovedì e si è presentato febbricitante al Paladecò prima della gara. Nonostante ciò, la Decò ha condotto con autorità per tre quarti di gara, risentendo, poi, della stanchezza nella parte finale e consentendo agli ospiti di rientrare in partita ed impattare il punteggio prima del tap-in risolutivo di Ciribeni a due secondi dalla sirena finale.



Nel primo quarto dopo un avvio sul piano dell’equilibrio (6-4, 8-7,10-10) è stata la Decò Caserta a prendere decisamente l’iniziativa grazie soprattutto ad una eccellente difesa che ha vanificato gli attacchi di Salerno. In attacco i bianconeri sono stati bravi a sfruttare i miss-match sotto canestro e, grazie anche al ritrovato tiro dalla distanza, hanno messo a segno un break di 10-0 che ha consentito loro di far registrare al primo intervallo un vantaggio in doppia cifra (20.-10).

Nel secondo periodo nei primi due minuti il punteggio è stato mosso solo dalla linea del tiro libero, poi è stata Salerno a sfruttare la momentanea difficoltà della Decò in attacco per dimezzare lo svantaggio (23-19) prima che Petrucci e Rinaldi ritrovassero con continuità il canestro avversario e contribuissero ad ampliare nuovamente il gap tra le due squadre; gap che ga raggiunto il divario massimo di 14 punti ((38-24, 40-26) prima che sulla sirena Diomede lo riducesse a 12 (40-28).

Nel terzo periodo sei punti consecutivi di Bottioni hanno ridato alla Decò i 14 punti di vantaggio, che sono stati poi incrementati dai canestri di Rinaldi, Petrucci e dello stesso Bottioni. È stato Petrucci dalla lunetta dopo canestro realizzato a segnare sul tabellone il massimo vantaggio di 21 punti sul 54-33. I bianconeri hanno rallentato il loro gioco e consentito così a Salerno di ridurre lo svantaggio fino al -13 con cui si è chiuso il terzo periodo (58-45).

La gioia alla fine della partita

Nell’ultimo mini-tempo è stata brava l’Arechi a sfruttare la stanchezza dei padroni di casa per riavvicinarsi agli avversari. Caserta con Hassan ha mantenuto un vantaggio costante di 9-11 oprima che Paci e, poi, Sanna con un tiro dalla distanza ed un canestro più fallo portasse la sua squadra a -1 sul 67-66. Due liberi di Petrucci hanno fruttato il 69-66. È di Villa il pareggio sul 69-69, rotto da una tripla di Petrucci a 10”63 dalla fine. Dopo il timeout salernitano è Diomede a 6”41 a pareggiare dalla distanza, poi la sospensione del gioco chiesto da Oldoini ed il tap-in vincente di Ciribeni sul tiro di Rinaldi.

Decò Caserta – Arechi Salerno 74-72
(20-10, 0-28, 8-45)

Decò: Galipò, Dip 2, Petrucci 22, Ciribeni 7, Bottioni 16, Valentini 3, Rinaldi 12, Hassan 12, Sergio; Aldi ne, Barnaba ne, Piazza ne. All. Oldoini

Arechi Salerno: Tortù 7, Villa 6, Czumbel 2, Antonaci 2, Paci 12; Duranti 2, Maggio 9, Diomede 19,  Sanna 13; Romano ne, Festinese ne,  Corvo. All.Menduto

Arbitri: D’Orazio e Giusto

Decò Caserta: tiri da 2 23/44 (52%), da 3 6/26 (23%), liberi 10/14 (71%), rimbalzi 34 di cui 12 offensivi

Arechi Salerno: tiri da 2 18/38 (47%), da 3 9/22 (41%), liberi 9/14 (64%), rimbalzi 34 di cui 9 offensivi