La Fiaccola della Pace ritorna a Capodrise. Siglato il Patto di Pace con il Preside dell’IC Gaglione

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

La Scuola diventa Scuola di Pace. Messo a dimora l’ Albero della Pace con targa di titolazione

Ricordati don Diana, Falcone, Borsellino, Mons Romero e le vittime innocenti delle mafie, ricordate le vittime di tutte le guerre e del naufragio di Cutro.

La manifestazione patrocinata dal Comune di Capodrise, è stata organizzata dall’ IC. “G. Gaglione” e promossa dal Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato III Millennio, in collegamento al tema legato ai percorsi della memoria storica dei 100 anni di guerre, e si è svolta venerdì 24 Marzo 2023.

glp-auto-336x280
lisandro

I giovani “Costruttori di Pace dell’Istituto Comprensivo “G. Gaglione” di Capodrise retto dal Preside Pietro Bizzarro, sono scesi nelle piazze della cittadina per alzare il loro grido di Pace contro tutte le guerre e per chiedere il “Cessate il fuoco” in Ucraina. I giovani durante la marcia hanno recitato slogan “W la Pace” catturando l’attenzione di tutta la cittadina colpita dalla fiumana di giovani che hanno invaso le strade con i colori della Pace. La Giornata è stata collegata inoltre anche alla 28a giornata della memoria e dell’impegno in ricordo di tuttte le vittime innocenti delle mafie.

Sono stati ricordati Don Peppe Diana, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino ed il Vescovo Romero ucciso dalle mafie nell’America latina proprio in questo giorno; il sangue dei martiri della Pace e della Giustizia è sangue vivo che deve chiamare ciascuno di noi all’impegno nel costruore un mondo migliore. Ha ricordato don Giuseppe Di Bernardo nel suo intervento.

Sia il parroco che il responsabile della Biblioteca Avv. Allessandro Perreca hanno ricordato poi, l’importanza della lettura quale alternativa all’ignoranza e base fondamentale per essere “costruttori di Pace”.

Il Sindaco Vincenzo Negro e l’ Assessore alla Cultura Luisa D’Angelo, nell’intervenire hanno ricordato l’importanza di fare memoria e ricordare sempre coloro che hanno dato la vita per difendere gli alti valori della Pace e della legalità. Il Dirigente scolastico Pietro Bizzarro, ha ringraziato tutti i docenti e gli alunni per avere organizzato questa importante manifestazione dedicata al tema della Pace, ricordando la Giornata della Legalità, che ogni anni chiama ciascuno di noi a fare memoria e ricordare qual è l’impegno da perseguire ogni giorno.

La prof.ssa Pasqualina Iodice, referente del progetto, ha presentato la giornata.
In apertuta un omaggio musicale da parte dell’orchestra della scuola alla guida dei docenti di musica.

Dopo i saluti iniziali la consegna della Fiaccola della Pace da parte della Presidente del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio ( organo promotore della mobilitazione della Fiaccola della Pace), alla giovane alunna rappresentante della scuola, Nicla Palazzo, alla presenza del Dirigente scolastico, Sindaco, Assessore alla Cultura, parroco, responsabile Biblioteca e Movimento per la Pace, che ha dato inizio alla Marcia per la Pace lungo le strade cittadine con il coinvolgimento di tutti i Plessi scolastici. In via Mazzini e in via Cagliari si sono unite le scuole dell’infanzia (Scuola Don Portento e Scuola Iqbal).

Giunti davanti alla sede comunale un minuto di silenzio per le vittime di tutte le guerre, di tutte le mafie e del naufragio di Cutro. Durante il Corteo gli alunni hanno esibito i loro magnifici cartelloni realizzati appositamente per la Marcia per la Pace, sui quali sono state riportate frasi significative sul tema della Pace, ricordando la Giornata della legalità, le vittime innocenti di tutte le mafie e le vittime del naufragio di Cutro.

Al termine del percorso il corteo è giunto presso l’area antistante il plesso della sede centrale dell’Istituto Comprensivo Gaglione, dove ancora una volta l’orchestra alla guida dei docenti di musica, ha eseguito altri brani dedicati al tema della Pace; quindi è avvenuta la Sigla del “Patto di Pace” tra Dirigente Scolastico e Movimento per la Pace, attraverso cui la Scuola ha ricevuto la nomina di Scuola di Pace del III Millennio, a 100 anni dallo scoppio della prima guerra mondiale e a un anno dallo scoppio della guerra in Ucraina.

Quindi la sottoscrizione dell’Appello “Cessate il Fuoco per un’Europa di Pace” sottoscritto da Sindaco, Dirigente scolastico, Assessore alla cultura, responsabile biblioteca, prof.ssa Iodice, alunna che ha portato la fiaccola in rappresentanza della scuola. A seguire la cerimonia di messa a dimora e benedizione da parte del parroco don Giuseppe Bernardo, dell’ Albero della Pace, dedicato a “tutti i caduti e alle vittime delle guerre, stragi, attentati, terrorismo, criminalità, violenze e mafie”, dai 100 anni ad oggi e “per la Pace in Ucraina e nel mondo”.

“Abbiate cura di questo monumento vivo che rappresenta la vita e l’impegno per la Pace che deve essere custodito e curato ogni giorno con le azioni”, ha concluso la Presidente del Movimento per la Pace presente con la socia Rosa Arbolino e Anna Cristina Campofreda. La “Scuola di Pace” è aperta ai segni dei tempi. In questo periodostorico investito da una crisi globale epocale senza precedenti, dove i venti di guerra si fanno sempre più vicini alle nostre porte, dove la violenza prende il sopravvento al valore della tolleranza, si avverte sempre più la necessità di ritornare a rieducare ai valori fondanti perchè come adulti abbiamo il dovere di custodire la città del futuro che sono i giovani, maggiormente minacciata da questa crisi.

Che mondo stiamo consegnando ai giovani? Occorre un serio cambio di rotta e scegliere da che parte stare. Scegliere la pace significa stare dalla parte giusta, scegliere l’indifferenza e l’inerzia signfica divenire complici di questo sistema che ammazza sogni e speranze dellumanità in cerca di Pace. Non permettiamolo. La Pace è la vittoria di cui abbiamo bisogno. La Scuola di Pace è Scuola viva, attenta, Scuola aperta che educa alla presa di coscienza, alla responsabilità, all’attivismo, all’impegno per la Pace.

Presto in tutte le scuole che hanno aderito al progetto della Fiaccola della Pace, partirà anche lo “Sportello per la Pace” dove saranno proprio loro, i giovani, ad essere i protagonisti del cambiamento e i portavoce delle istanze e campagne a sostegno della Pace, della difesa dei diritti di ogni uomo e della terra in cui abitano. In alto i giovani e le Scuole di Pace. Grazie IC “Gaglione” Capodrise. un ringraziamento alla Polizia municipale per il servizio ordine e sicurezza svolto