“La forma nascosta della luce”, conferenza del Prof. Lorenzo Marrucci

Al Liceo Manzoni di Caserta, nell'ambito degli "Incontri dell’Umanesimo" della Nuova Accademia Olimpia

Dopo la bella e coinvolgente lezione-concerto sul mandolino (relatori Francesco Natale e Sergio Prozzo, della Federazione Mandolinistica Italiana) è la volta della conferenza dal titolo “La forma nascosta della luce” che sarà tenuta dal Prof. Lorenzo Marrucci, ordinario di Fisica Sperimentale della Materia presso l’Ateneo Federiciano. La conferenza avrà luogo Sabato 23 Novembre 2019 alle ore 18:30, presso l’aula magna del Liceo Statale “A. Manzoni”.

“Che la luce possa avere una sua forma nello spazio è del tutto evidente” afferma il Prof. Marrucci. “E’ ciò che accade per esempio quando la luce diventa una immagine” aggiunge “in cui l’intensità luminosa e il colore sono variabili da punto a punto”.

“Ma, oltre ad intensità e colore”, precisa, “la luce possiede anche alcune proprietà invisibili, la fase e la polarizzazione, che il nostro occhio non è in grado di rilevare, con le quali può dar luogo a strutture spaziali, a loro volta invisibili. In natura accade spesso che la luce nasconda tali forme invisibili”.

La conoscenza di queste “proprietà nascoste” della luce permette svariate applicazioni di grande attualità, quali la micromanipolazione di particelle nelle cosiddette “pinzette ottiche”, la fotolitografia, nella quale la luce “scolpisce” microstrutture nella materia, e le comunicazioni in fibra ottica. Infine, persino i singoli fotoni, le particelle quantistiche elementari di luce, possono essere strutturati in forma di vortice, con possibili applicazioni nelle future tecnologie di comunicazione e computazione quantistica.

 

Loading...