La LILT torna al Museo provinciale Campano con una sette giorni di arte e cultura

La LILT, lega lotta ai Tumori di Caserta torna al Museo Campano di Capua, sulla scia del successo dell’ultima iniziativa: dalle Matres ai tesori dell’archeologia di Terra di Lavoro, dal 24 al 31 agosto.

Ad ottobre 2019 si è tenuta presso la Sala delle Matres la seduta conclusiva del mese del Nastro Rosa organizzato come ogni anno dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori , sezione provinciale di Caserta.

Come già negli eventi organizzati presso il Presidio Ospedaliero di Aversa, la presidente provinciale LILT Angela Maffeo ama ricondurre l’azione di prossimità e di volontariato ai pazienti oncologici anche alla delicatezza e al conforto del settore artistico culturale.

Sono intervenute, oltre gli addetti ai lavori sanitari, accoppiando la manifestazione di informazione sanitaria alla divulgazione dell’arte, il Direttore del Dipartimento Letterario della Universita’ Luigi Vanvitelli, Maria Luisa Chirico ed una giovane e valente archeologa, Nicoletta Petrillo che hanno presentato la prima e illustrato la seconda il percorso Matres.

E’ stato sottolineato dalle due studiose e dal Direttore del Museo, Gianni Solino che il Museo provinciale Campano di Capua è uno dei più importanti in Italia e che andava visitato tutto.

E tante sono state le richieste alla LILT di organizzare una visita guidata al Museo e  la dott.ssa Petrillo si è offerta quale guida d’eccezione.

Chi non è ancora socio della LILT Caserta potrà partecipare acquisendo la tessera nei giorni precedenti la visita o in sede al corner LILT prima dell’inizio della visita.

Con il presente avviso si prenderanno le prenotazioni e saranno formati gruppi di almeno 10 persone dopodichè si chiederà la disponibilità alla Direzione del Museo e alla dott.ssa Petrillo per fissare la data o le date, relativamente alla numerosità delle prenotazioni stesse.