La madre di Pietro Cremonese, il campione di boxe, dal Christian Expo di Napoli: “Sono qui per dire ai giovani di amare la vita”

Veronica Bokambanza, la madre di Pietro Cremonese, il giovane campione italiano di boxe scomparso per overdose soli pochi giorni fa, lancia un appello ai giovani dal Christian Expo, l’evento cristiano che si sta svolgendo in questi giorni al Palapartenope a Napoli e che sta richiamando gente da tutta Italia.

Pietro Cremonese

Pietro aveva soli 25 anni e nonostante la sua fine amava vivere – ci racconta Veronica – amava la vita ed essere un punto di riferimento anche per i più giovani. Lo sport era tutto per lui e lo considerava uno strumento di disciplina e rigore. Lo so, potrebbe sembrare un paradosso parlare in questo modo considerando quello che è successo, ancora mi dispero cercando di capire quale mostro nella sua testa se l’é mangiato, eppure Pietro aveva degli ideali e li ha perseguiti e quando parlava con me, quando guardava ai giovanissimi che si approcciavano al mondo dello sport aveva solo parole di incoraggiamento e sprone per loro“.

Veronica sta partecipando in questo momento al Christian Expo con lo stand della Logos, un’associazione cristiana del Movimento Nuova Pentecoste di Santa Maria Capua Vetere che si batte contro la droga e tutte le forme di dipendenza.

Siamo qui per parlare con i giovani – spiega Paola Centore, collaboratrice allo stand e portavoce della Logos – Veronica ha voluto fortemente esserci per gridare ai ragazzi di amare la vita, perché nonostante tutto Pietro amava la vita, e nulla deve influenzare le loro scelte quando sono sane e produttive. Il dialogo resta l’unica forma di terapia veramente valida quando un giovane vive un malessere dellanimo“.

Il Christian Expo Italia

Dalla pagina Facebook dell’evento:

Un evento destinato a segnare la storia del panorama evangelico nazionale, cambiando la percezione che la società italiana ha della nostra realtà. La nostra certezza scaturisce non sola dalla comune visione, che dal primo momento ha animato questo progetto, ma anche dalla gran quantità di organizzazioni, pastori e movimenti che hanno già aderito!”

Veronica Bokambanza

“Per questo, il nostro proponimento non è stato quello di incamminarci in questa direzione, ancora una volta, ma di provare a dar vita a qualcosa di nuovo, nel senso di innovativo.

Un evento destinato a segnare la storia del panorama evangelico nazionale, cambiando la percezione che la società italiana ha della nostra realtà. La nostra certezza scaturisce non sola dalla comune visione, che dal primo momento ha animato questo progetto, ma anche dalla gran quantità di organizzazioni, pastori e movimenti che hanno già aderito! Una fiera cristiana in cui tutte le organizzazioni di volontariato, le attività editoriali e discografiche, le iniziative di associazioni che operano in questo settore, ministeri per bambini e per giovani, tutte le denominazioni evangeliche, possano sentirsi coinvolte per poter esporre e “farsi vedere” da operatori del settore e migliaia credenti. Una iniziativa corale, che non porta, ripetiamo, nessuna bandiera“.

 

 

Loading...