La Maledizione dell’Acciaio, a Marcianise il libro di Ciccariello, da un’idea di Gigi&Ross

A Marcianise, sabato prossimo, 23 marzo, alle 17:30, presso il Palazzo Monte dei Pegni (in via Duomo, 9), si terrà la presentazione del libro “La maledizione dell’acciaio”, scritto da Oreste Ciccariello, da un’idea di Gigi&Ross. Pubblicato da Rogiosi Editore, è reso ancora più prezioso dalla prefazione del magistrato Catello Maresca.

Il libro, riaccende i riflettori su una delle pagine piu’ belle, dolorose e rivoluzionarie della storia di Napoli: Bagnoli e l’Italsider. Un’area dove il passato siderurgico resiste ingombrante e pericoloso convivendo con il futuro, con Città della Scienza. In quella porzione vasta di quartiere che squarcia il panorama, tra mare e collina, e racconta di progetti mai diventati realtà.

Il libro nasce da una idea dei due comici napoletani Gigi&Ross che volevano realizzare la sceneggiatura di un film. Ma il giovane Ciccariello si è talmente innamorato della storia che ha deciso di romanzarla. Non poteva essere diversamente. “La maledizione dell’acciaio” è, infatti, un pezzo di storia comune: l’Italsider, la grande acciaieria che nel secolo scorso e per circa 90 anni ha segnato nel bene e nel male le sorti di uno degli angoli più belli della nostra amata terra campana.

L’evento è promosso dall’associazione culturale “Vivicittà”, con il patrocinio del Comune di Marcianise, e la collaborazione dei Lions Club Caserta Reggia, Villa Reale News Century, Caserta Vanvitelli.

Dopo i saluti del sindaco Antonello Velardi, intervengono l’assessore alla cultura Elpidio Iorio,  il presidente dell’associazione “Vivicittà” Domenico Moriello, il dirigente scolastico dell’istituto comprensivo “A. Moro” Pietro Bizzarro, l’autore Oreste Ciccariello. Particolarmente attesa la partecipazione di Gigi&Ross, il duo comico noto al grande pubblico per la conduzione dello show Made in Sud. Intermezzo musicale a cura di Antonella Pasubio.

IL LIBRO
“La maledizione dell’acciaio”. L’eterna lotta contro il male, contro il buio, contro l’arido è troppo spesso ad armi impari quando sei solo un pizzico di bene, una fioca lucina, un piccolo angolo di mare. Se il male, il buio e l’inferno vengono confinati all’interno di un enorme ecomostro d’acciaio e tu sei solo un piccolo uomo, la battaglia è già persa in partenza. Anche se resti inerme, però, non sopravvivi… il mostro ha troppa fame. Quindi vale la pena combattere. Così fa Massimo Mancini quando decide di affrontare l’Italsider, l’avvelenato mostro di acciaio di Bagnoli che gli ha portato via il padre. Lo fa con le armi dell’uomo comune, studiando per laurearsi ed entrare nella commissione di bonifica dell’Italsider. Ma è proprio entrando nelle viscere del mostro che Massimo scoprirà segreti, complotti che mai avrebbe potuto immaginare. E poi la maledizione che gli cambierà la vita: l’acciaio avvelenato che gli entrerà fino a dentro facendolo sentire mai così vivo ma irrimediabilmente morto. La maledizione che gli darà, forse, la forza per combattere finalmente ad armi pari contro il mostro di acciaio che intanto ha generato tanti altri mostri fatti di carne e ossa. In un susseguirsi di rivelazioni, colpi di scena, amicizie rovinate e amori mai finiti, e nella cornice di una straordinaria e maledetta Bagnoli, finalmente Massimo accenderà una luce accecante nel buio e sarà il mare che inonderà la terra arida, vincendo una battaglia di una guerra purtroppo ancora molto lunga, perché da qualche parte un altro mostro sta già oscurando ogni debole fonte di luce.

GLI AUTORI
Oreste Ciccariello
classe ’93, è un attore e autore napoletano. Si forma artisticamente presso il Laboratorio Pratico di Teatro diretto da Gaetano Liguori. Intanto, inizia anche a muovere i primissimi passi in campo autoriale e con un suo scritto vince il Premio Mazzella per una Drammaturgia Giovane. Nel 2006 forma il trio “i MalinComici” insieme al fratello Mirko Ciccariello e all’amico Gennaro Scarpato, con i quali approda in televisione con le trasmissioni Made in Sud e Colorado, ricevendo anche una menzione speciale al Premio Troisi. È autore insieme ai suoi soci della maggior parte degli sketch andati in onda in televisione, e inoltre, insieme a Gennaro Scarpato, ha scritto, diretto e interpretato molteplici testi teatrali. È anche autore di testi musicali di genere rap. Dal 2015 è testimonial regionale Unicef.

Gigi&Ross nascono come duo cabarettistico-teatrale nel 2004. Nel 2005 partecipano al morning show Pelo e Contropelo su Radio Kiss Kiss, dove nasce la loro parodia de Le Iene. Nel 2007 approdano a Zelig, in prima serata, su Canale 5. Nello stesso anno conducono per la prima volta lo show comico Made in Sud. Nel 2008 vengono scelti dalla Gialappa’s band per far parte del cast di Mai dire Martedì, dove nascono le celebri parodie di Tiziano Ferro, degli Zero Assoluto e di Gigi D’Alessio. Nel 2009 i due comici sono presenti nello spettacolo televisivo Mai dire Grande Fratello Show. Nel 2016 esce nelle sale cinematografiche il film Troppo napoletano, nato da un’idea di Alessandro Siani, e diretto da Gianluca Ansanelli. Nel 2017 sono al timone della nuova edizione di Furore, condotta con Alessandro Greco. Nel 2018 in prima serata su Rai 2 Gigi e Ross conducono Scanzonissima, varietà televisivo musicale.

Loading...