La mortalità del Covid-19 in Campania nei primi dodici mesi di pandemia

La mortalità del Covid-19 nei primi dodici mesi di pandemia

L’Italia è uno dei Paesi col maggior numero di casi confermati di Covid-19 e di correlati decessi. In 12 mesi di pandemia sono decedute, a causa del Covid-19, 88.516 persone su 2.553.032 casi accertati. L’età media dei deceduti è di 82 anni, con lievi differenze tra Nord (83 anni) e Sud (79 anni).

In base a quanto emerge dal Rapporto ISS n.1 del 2021, il tempo medio intercorso tra diagnosi e decesso è di 10 giorni. La Campania presenta il minor tasso di letalità, anche
se, nella seconda fase della pandemia (Ottobre 2020 – Gennaio 2021), il gap positivo, tra il tasso di letalità campano (1,6%) e quello medio nazionale (2,4), si sta riducendo.

Il prospetto che segue illustra il trend della letalità del virus nei 12 mesi di pandemia in Italia e in Campania (Fonte: ISS – MiSA).

In base all’età media delle persone decedute, è maggiormente a rischio il 7% della popolazione italiana (circa 4,4 mln) e il 5% di quella campana (circa 300 mila). Bisogna pertanto procedere con tempismo alla loro vaccinazione.


(*) Prof. Antonio Salvatore, Direttore Scientifico e Responsabile dello Sportello Salute ANCI Campania, Docente presso l’Università degli Studi Federico II di Napoli