La morte di Alessandro Petteruti, è stato un errore umano a causare l’incidente

La notizia della morte di Alessandro Petteruti, figlio dell’ex sindaco di Caserta Nicodemo Petteruti, è giunta ieri dalla Germania ed ha sconvolto l’intera città.

Alessandro aveva 38 anni ed era chirurgo ortopedico. Era residente a Bergamo e lavorava alla Clinica Humanitas Castelli, un’importante clinica privata del posto. Il giovane medico è morto in un incidente stradale in Germania mentre si stava recando a Berlino per un congresso insieme a due suoi colleghi.

Al momento la dinamica dell’incidente non è ancora del tutto chiara, pare che un uomo di 75 anni alla guida di un grosso Suv Mercedes-Benz abbia perso i controllo della vettura nel rientrare da un sorpasso,complice l’asfalto ghiacciato, e sia finito contro la BMW che viaggiava in direzione opposta con a bordo i tre giovani medici.

Il bilancio provvisorio è di due morti e tre feriti gravi, tre sono state le automobili coinvolte nel sinistro.

L’incidente è avvenuto sull’autostrada tedesca B2 nei pressi di Krun, nel distretto di Garmisch-Partenkirchen, a pochi chilometri dal confine con l’Austria.

Il sindaco di Caserta Carlo Marino, nel ricordare con commozione il giovane Alessandro, ha dichiarato: “L’intera comunità casertana è vicina in questo momento di grande dolore al sindaco Petteruti. Non ho parole per esprimere la tragedia che ha avvolto la nostra città. Un giovane medico, un casertano ci ha lasciato in un modo non naturale,immergendo la sua famiglia, i suoi cari in una inspiegabile storia non umana.L’unica giustificazione al dramma che ha sconvolto l’intera famiglia, il caro Nicodemo e noi tutti, è che Dio lo ha voluto vicino a se per immergerlo di tanto amore cristiano. Penso che in questi momenti non si possa avere altro atteggiamento che il silenzio e il rispetto del dolore della famiglia. Un abbraccio forte Sindaco e un saluto cristiano a un medico casertano, ad Alessandro”.