“La nostra origine nucleare”, siamo tutti figli delle stelle: il tema della conferenza di Lucio Gialanella

“La nostra origine nucleare”. È il titolo della conferenza che Lucio Gialanella, ordinario di fisica nucleare e sub-nucleare presso il Dipartimento di Matematica e Fisica dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli”, che terrà Sabato 18 Gennaio 2020 presso il Liceo Statale “A. Manzoni”. La relazione del Prof. Gialanella apre il ventottesimo anno di attività degli Incontri dell’Umanesimo della Nuova Accademia Olimpia.

L’astrofisica nucleare è una disciplina relativamente giovane che studia le reazioni e i decadimenti dei nuclei atomici in ambito astrofisico. Essi dimostrano che le stelle (in particolare il Sole) sono dei veri e propri laboratori di fisica nucleare. Questi processi caratterizzano inoltre l’evoluzione stellare e favoriscono la sintesi degli elementi chimici, condizione nella quale, successivamente alla formazione del sistema solare, la vita sulla Terra si è sviluppata. Quest’ultima, infatti, potrebbe essere stata originata da elementi organici primordiali portati, insieme all’acqua, in seguito a impatti di meteoriti o asteroidi vaganti all’interno del sistema solare.

A parlarcene è il Prof. Lucio Gialanella, Direttore del Dipartimento di Matematica e Fisica dell’Ateneo Vanvitelliano che, dopo una breve introduzione storica, dedicherà particolare attenzione alle origini nucleari della vita sulla Terra. In particolare, verrà presentato il contributo dato in questo ambito dal gruppo dei fisici dell’Ateneo Vanvitelliano.

Siamo dunque “figli delle stelle”! Ma per capirlo in modo più approfondito invitiamo tutti ad assistere alla relazione del Prof. Gialanella. L’appuntamento è alle ore 18:30 di Sabato, presso l’Aula Magna del Liceo Statale “A. Manzoni” (via De Gasperi, Caserta). Si raccomanda la puntualità.

Lucio Gialanella

Lucio Gialanella, classe 1968, è nato a Roma. Ha conseguito la Laurea in Fisica presso l’Università Federico II di Napoli e il Dottorato di Ricerca presso la Ruhr Universitaet Bochum in Germania, dove è stato anche Wissentshaftlicher Mitar-beiter per 3 anni presso l’Institut fuer Experimentalphysik III. È professore ordinario in Fisica Nucleare e Subnucleare e titolare del corso di Laboratorio di Fisica 2 e Nuclei e Astroparticelle nel corso di Laurea Triennale in Fisica dell’Università della Campania e del corso di Astrofisica Nucleare nel corso di Laurea Magistrale Interateneo dell’Università degli Studi di Salerno.

La sua attività di ricerca si svolge nel campo della Fisica Nucleare sperimentale di base. In particolare si occupa dello studio di processi nucleari in ambiente astrofisico e dell’applicazione delle metodologie nucleari alla caratterizzazione di materiali. È coordinatore del polo CIRCE (Center for Isotopic Research on Cultural and Environmental heritage) e membro del CdA di INNOVA, un consorzio di università ed Enti di ricerca che si occupa di servizi e trasferimento tecnologico nel campo dei beni culturali e ambientali.