La Notte Bianca a Caserta si farà, trovato in extremis l’accordo con la Polizia Municipale

Caserta – Finalmente la conferma che i cittadini stavano aspettando: la Notte Bianca si farà.

Per tutta la settimana si era temuto che l’atteso evento potesse saltare all’ultimo momento a causa delle note rimostranze avanzate dagli agenti della Polizia Municipale.
Tuttavia dal Comune di Caserta fanno sapere che un accordo è stato trovato con gli agenti, per cui la manifestazione si potrà svolgere regolarmente.

In Comune il lavori per la buona riuscita della Notte Bianca non si sono fermati alla trattativa con la Polizia Municipale:

Il Sindaco Carlo Marino ha anche disposto il divieto di vendere bevande in vetro e lattina ai locali ubicati in via Renella, via Unità italiana, viale Beneduce, viale Cappiello, via G.M. Bosco, corso Giannone, via Gasparri, via Cesare Battisti, viale Douhet, viale Ellittico, via Verdi, pena una multa di 50 euro.

Anche il piano traffico è stato disposto: per l’occasione saranno chiusi: corso Giannone (nel tratto compreso tra via Sant’Antonio e piazza Vanvitelli), via Alois, via Gasparri ed il tratto di corso Trieste (nel tratto tra via Gasparri e piazza Dante), piazza Matteotti (nel tratto tra via Santorio e la stradina sede degli accollatari di Sant’Anna). Sarà invece disposto il senso unico di circolazione in via Patturelli (nel tratto tra via Santorio e via Ceccano, con direttrice di marcia verso viale Beneduce), via Ceccano (direzione via Caduti sul Lavoro).

Buone notizie anche sul fronte del meteo: per la notte tra sabato e domenica è previsto cielo sereno e temperature intorno ai 10 gradi centigradi.

L’avv. Giampiero Menditto, presidente del Gruppo Coordinatore della Notte Bianca di Caserta, è stato raggiunto oggi da CasertaWeb e, nel dare la conferma dello svolgimento della manifestazione, ha dichiarato soddisfatto: “Ovviamente vi è la contentezza da parte mia che coordino l’evento organizzato dal Comune e dalle associazioni. Posso dire che è stato molto faticoso perché, dopo i noti fatti di Torino, la documentazione per realizzare un evento (seppure di matrice comunale) è molto più complicata. Inoltre non ci sono stati fondi provinciali e soprattutto regionali né i contributo economico dei commercianti casertani, comunque gli enti e le persone da me coordinate sono riuscite a regalare questa Notte Bianca alla città con delle piazze tematiche e tanti artisti. Pertanto speriamo che domani ci sia una grande affluenza”.

 

Loading...