La Paperdi Caserta non riesce ad espugnare il Palamacchia, sconfitta contro la capolista Caffè Toscano Pielle Livorno

Ciro Dell'Imperio
glp-auto-700x150
mywell
previous arrow
next arrow

I bianconeri escono sconfitti per 79-72, mettendo però parecchio paura ai labronici che, dopo essere stati in vantaggio anche di ventitré lunghezze nel secondo quarto, hanno iniziato a sbattere contro la difesa della squadra di Ciro Dell’Imperio, riuscita a portarsi anche sotto di un solo possesso nel finale.

L’inizio della Juve è parecchio complicato, con la Pielle che fa valere la sua maggiore taglia fisica. Dopo due minuti, è già 8-0 per i padroni di casa, con i bianconeri che si sbloccano solo con la tripla di Alibegovic.

lucabrancaccio
lapagliara
glp-auto-336x280
previous arrow
next arrow

Caserta prova a rimanere aggrappata alla sfida con Lucas che segna il -7, ma le triple di Ferraro, Loschi e Lo Biondo portano Livorno ad allungare con un break di 14-4, il primo quarto si chiude con i liberi di Lucas per il 29-17.

La Pielle continua a fare il suo gioco, lucrando tanti tiri liberi (34 complessivi contro i soli 12 di Caserta): un break di 11-2 in soli tre minuti porta i padroni di casa, trascinati da un Chiarini scintillante, ad allungare ancora fino a toccare il +23 al 16′ sul 44-21. Lì però coach Dell’Imperio riesce ad imbastire un cambio di marcia nelle fila della Juve, che stringe le maglie difensive e inizia a mettere qualche granello di sabbia nei meccanismi toscani: un parziale di 10-3 in quattro minuti porta Caserta all’intervallo lungo sotto sul 47-31.

La Paperdi entra in campo credendo nel ribaltone: Paci e Butorac diminuiscono il margine sul 49-38 al 22′. Chiarini prova a metterci una pezza, ma i bianconeri, recuperando qualche pallone in difesa, riescono a rosicchiare qualche punticino e al 26′ arriva in singola cifra di svantaggio con la tripla di Alibegovic (56-47 al 26′). La Pielle attacca costantemente il ferro e, grazie ancora ai viaggi in lunetta, riesce a costruire un minimo di margine sul 63-51 del 30′.

Caserta è carica e continua a fare onde in difesa: un altro parziale di 9-2, puntellato dal canestro di Mehmedoviq, permette alla Juve di portarsi sotto di sole cinque lunghezze al 33′ (65-60). Ma la Caffè Toscano si fa trascinare da Chiarini, che rimette le distanze con un minibreak di 6-0 da lui firmato, poi ci pensa Diouf ad ostacolare i tentativi casertani con due canestri in fila (75-64). L’ultimo assalto bianconero è guidato da Lucas con cinque punti in fila, poi Alibegovic firma il -3 sul 75-72 con un gioco da tre punti. Livorno respira con il libero di Chiarini ed il canestro di Diouf, poi ancora Alibegovic fallisce le due triple della speranza, che portano Caserta a chiudere con una sconfitta.

Caffè Toscano Pielle Livorno-Paperdi Caserta 79-72

(29-17, 47-31, 63-51)

Pielle Livorno: Chiarini 19 (4/8, 1/3), Lo Biondo 15 (2/3, 3/5), Loschi 11 (1/2, 2/5), Rubbini 11 (2/6, 1/4), Diouf 9 (4/5, 0/0), Campori 5 (2/3, 0/0), Ferraro 5 (1/2, 1/5), Pagani 4 (2/4, 0/0), Manna (0/0, 0/0) Dadomo NE, Cristofani NE, Laganà NE. All. Cardani

Caserta: Alibegovic 20 (4/9, 3/10), Paci 14 (7/13, 0/0), Lucas 11 (3/4, 1/3), Sergio 8 (4/5, 0/2), Butorac 7 (2/4, 1/4), Vitale 6 (3/4, 0/0), Mehmedoviq 6 (2/5, 0/0), Mastroianni (0/2, 0/1), Pagano (0/0, 0/0), Pisapia NE. All. Dell’Imperio

Arbitri: Bortolotto di Castello di Godego (TV), Cieri di Ravenna

Pielle Livorno: tiri liberi 19/34, rimbalzi 35 6+29 (Lo Biondo 11), assist 21 (Chiarini e Rubbini 4)

Caserta: tiri liberi 7/12, rimbalzi 40 10+30 (Sergio 9), assist 19 (Butorac 5)