La perfetta interconnessione tra Rete Oncologica Campania e i medici di famiglia

La perfetta interconnessione tra rete oncologica Campania e i medici di famiglia
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Si è svolto venerdì pomeriggio 22 settembre presso l’Ordine dei Medici di Caserta il convegno su “Progetto MEGE-ROC: interazione e integrazione tra MEdicina GEnerale e Rete Oncologica Campana per la presa in carico precoce del paziente oncologico”, organizzato dal dott. Sandro Pignata, coordinatore scientifico regionale della Rete Oncologica Campana (R.O.C) ed il dott. Bruno Marra, coordinatore ROC per l’ASL di Caserta, con l’obiettivo di potenziare l’interconnessione tra Rete Oncologica Campana (ROC) e Medici di Medicina Generale quale chiave per garantire il rapido accesso del paziente oncologico al percorso più appropriato.

Oggi, segnalando il paziente attraverso la piattaforma informatizzata R.O.C. il medico di medicina generale ha, infatti, l’opportunità di indirizzare il proprio assistito in tempi brevissimi verso la visita del Gruppo Oncologico Multidisciplinare che ritiene più indicato dando inizio al percorso diagnostico-terapeutico condiviso entro 7 giorni dalla segnalazione.

Bruno-Cristillo-Fotografo
Terrazza Leuciana
Bruno-Cristillo-Fotografo
previous arrow
next arrow

L’importanza delle attività della Rete sul territorio e del ruolo fondamentale del medico di medicina generale è stato ribadito dalle numerose autorità che hanno introdotto i lavori: il dott. Carlo Manzi, Presidente Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Caserta;  il dott. Amedeo Blasotti, Direttore generale ASL Caserta; il dott. Gaetano Gubitosa,  Direttore generale AORN Sant’Anna e San Sebastiano, Caserta; il Attilio Bianchi, Direttore generale Istituto Nazionale Tumore Fondazione G. Pascale, Napoli e Coordinatore della Rete Oncologica Campana; la dott.ssa Anna Maria Ferriero, Dirigente UOD Attuazione Piano Regionale Assistenza Sanitaria Territoriale, Regione Campania.

Il convegno ha riscontrato una notevole risposta da parte della medicina generale che insieme a referenti aziendali, specialisti, case manager, hanno dimostrato, con vivo interesse, un forte impegno nella promozione di una maggiore consapevolezza sull’importanza dell’intercettazione precoce del paziente e rapido inserimento nella Rete attraverso l’utilizzo della piattaforma R.O.C.

Hanno relazionato, oltre ai responsabili scientifici, il prof. M. Orditura per l’AORN di Caserta, la prof.ssa F. Morgillo per la AOU L. Vanvitelli, il dott. R. Cangiano per le oncologie dell’ASL di Caserta, la dott.ssa M. L. Vitale, case manager dell’AORN di Caserta, il dott. F. Iannicelli e il dott. V. Perone,  referenti della medicina generale dell’ASL Caserta e il dott. C. Lauriello UOC Cure Domiciliari per ASL Caserta. I lavori si sono chiusi con la dimostrazione pratica della piattaforma ROC a cura del dott. D. D’Enrico.