La presentazione del libro “Partigiane!” di Fosca Pizzaroni al Liceo Artistico di San Leucio

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Presso il Liceo Artistico “San Leucio” di Caserta, lunedì 22 aprile alle 9:30, si terrà la presentazione del libro di Fosca Pizzaroni, “Partigiane: Documenti sulle donne della resistenza in provincia di Caserta” pubblicato da La Valle del Tempo Edizioni.

Questo evento fa parte della serie di presentazioni intitolate “Donne, storie ed emozioni“, organizzate dall’Associazione Liberi Orizzonti aps, e si svolgerà proprio presso il Liceo Artistico “San Leucio”, in quanto scuola partner degli eventi e sede del “Primo Osservatorio di genere”. Numerose associazioni del territorio hanno aderito in partenariato per rendere possibile questa straordinaria iniziativa, che rientra nel contesto de “Il Maggio dei Libri 2024” – Cepell.

Bruno-Cristillo-Fotografo
Bruno-Cristillo-Fotografo
Terrazza Leuciana
previous arrow
next arrow

La Prof.ssa Angela Capasso introdurrà i saluti della Dirigente Scolastica, Immacolata Nespoli, e dell’Assessore all’Istruzione e alla Cultura della città di Caserta, Enzo Battarra. Durante l’evento, la Prof.ssa Nadia Verdile modererà una conversazione con l’autrice, Fosca Pizzaroni, insieme a Lucia Monaco dell’Università della Campania “Vanvitelli” e al rinomato regista Luca Gianfrancesco, noto per il pluripremiato film “Terra Bruciata”.

Verrà dedicato un momento speciale e condiviso con gli studenti delle classi quinte, un’occasione per approfondire la storia delle donne del nostro territorio e condividere questa conoscenza con i giovani cittadini di Caserta. Nel lontano autunno del 1943, i casertani subirono stragi e resistettero con coraggio.

Molte donne nate o residenti nella provincia di Caserta, antica Terra di Lavoro, furono vittime di brutali eccidi e fucilazioni, mentre molte altre scelsero di aderire alla lotta di Liberazione, operando anche in altre regioni. I loro nomi sono stati rintracciati grazie alle preziose carte conservate presso l’Archivio centrale dello Stato, specificamente quelle del ministero della Difesa, Ufficio per il servizio riconoscimento qualifiche e per le ricompense ai partigiani. Queste documentazioni sono raccolte in un libro che rappresenta una testimonianza preziosa sul ruolo svolto dalle donne della Resistenza nella Provincia di Caserta.

L’autrice ha svolto un lavoro straordinario per ricostruire la memoria storica e tracciare i principali eventi della Resistenza in Terra di Lavoro. Le donne combattenti, ricche di determinazione, hanno voluto che il loro contributo fosse riconosciuto, andando oltre la semplice qualifica di “patriote”. Un vero atto di disobbedienza civile ante litteram che ha spinto molte di loro a presentare ricorso e richiedere il titolo di “partigiana combattente”. Questo libro rappresenta un importante strumento per preservare e onorare la memoria di queste eroine, nonché per educare le future generazioni sul coraggio e la forza delle donne nella lotta per la libertà.

L’autrice

Fosca Pizzaroni, una volta funzionario archivista presso il Mibact – Archivio centrale dello Stato, si è distinta non solo nel svolgimento dei suoi compiti istituzionali, ma è stata anche membro della Commissione di sorveglianza sugli archivi dei dicasteri centrali dello Stato. Oltre a ciò, ha insegnato storia delle istituzioni contemporanee presso la Scuola di Archivistica Diplomatica e Paleografia dell’Archivio di Stato di Perugia.

Ha avuto l’opportunità di tenere corsi e master per prestigiose istituzioni accademiche come l’Università La Sapienza di Roma, l’Università degli studi di Padova, l’Università degli studi Mediterranea di Reggio Calabria e l’IMES SICILIA (Istituto Meridionale di Storia e Scienze Sociali). Inoltre, ha collaborato con il Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’analisi storico-documentaria delle calamità naturali in Italia dall’Unità d’Italia ad oggi, contribuendo con saggi e mostre.

Fosca Pizzaroni ha ricoperto anche il ruolo di Ispettore archivistico onorario e, per conto della Soprintendenza archivistica e bibliografica della Campania, ha collaborato nell’identificazione e censimento degli archivi storici dell’Amministrazione Provinciale di Caserta e del Comune di Caserta. Attualmente, presta la sua collaborazione all’associazione “Toponomastica femminile”.