La Provincia di Caserta innalza gli standard di sicurezza stradale di Terra di Lavoro, e pensa ai giovani

Ti voglio bene sicurezza stradale Caserta

La provincia di Caserta innalza gli standard di sicurezza sulle strade di propria pertinenza grazie all’impiego, sul territorio, di strumenti tecnologici avanzati di rilevamento delle infrazioni.

Il piano integrato di sicurezza stradale pluriennale sviluppato dall’Amministrazione Provinciale partirà ufficialmente il 25 luglio con l’attivazione di tre dispositivi per il controllo automatico della velocità istantanea lungo la S.P. 335 ex S.S. 265 e la SP. 333 ex S.S. 264. Vediamo in dettaglio le specifiche.

I dispositivi saranno attivi 24 ore su 24 (TBD):

  • sulla P. 335 ex S.S. 265 dei Ponti della Valle in direzione Giugliano in Campania al km 43+863
  • sullaP. 335 ex S.S. 265 dei Ponti della Valle in direzione Marcianise al km 43+940
  • sulla P. 333 ex S.S. 264 del Basso Volturno al km 7+380 in direzione Castel Volturno ed in direzione Grazzanise

La Provincia di Caserta introduce la tecnologia avanzata contro le principali cause di incidentalità, e pensa a un programma di educazione rivolto ai giovani.

A partire dal 2023, infatti, il programma di sicurezza stradale si rivolgerà direttamente a loro grazie all’attivazione del progetto sociale “Ti Voglio Bene”. Si tratta di un’estesa campagna di formazione e sensibilizzazione alla buona guida rivolta alle nuove generazioni che unirà alla comunicazione on-line sul territorio con una serie di corsi didattici per bambini e ragazzi delle scuole di secondo grado, che avverrà con il coinvolgimento degli istituti scolastici del territorio casertano.

Nel corso del 2020, nonostante l’impatto delle misure pandemiche sulla mobilità, in Terra di Lavoro si sono registrati 1.012 incidenti nei quali 44 persone hanno perso la vita e 1.516 hanno riportato lesioni. Tra le principali cause dei sinistri mortali ci sono l’alta velocità e i sorpassi azzardati (nel 60,9% dei casi).

I nuovi dispositivi smart sono gestiti tramite una piattaforma Cloud, che consentirà più controllo e maggiore efficacia di intervento nel contrasto alle cause di incidentalità più diffuse, in piena coerenza con gli obiettivi europei di riduzione di morti e feriti sulle strade: meno 50% entro il 2030.

Dotati della tecnologia più evoluta, gli apparati, interagiranno con l’ecosistema Titan, la piattaforma proprietaria Safety21 certificata AgiD (Agenzia per l’Italia digitale) in dotazione alla Polizia Provinciale di Caserta, la quale riceverà e gestirà le informazioni, dati e immagini, provenienti dai dispositivi, utili per la constatazione di eventuali infrazioni nel pieno rispetto della privacy dei cittadini, essendo la procedura perfettamente aderente alle regole Europee sul GDPR.

“Come è noto – ha dichiarato il Presidente della Provincia Giorgio Magliocca – l’eccesso di velocità ed i sorpassi azzardati rappresentano le cause principali di incidenti stradali e, con l’attivazione di questi dispositivi autovelox nei tratti più pericolosi delle nostre strade, proseguiamo il nostro programma per incrementare il livello di sicurezza della circolazione stradale provinciale. Questi dispositivi, infatti, costituiscono un importante significato di deterrenza e, quindi, vengono impiegati soprattutto con la funzione preventiva di ridurre gli incidenti, aumentare la sicurezza della viabilità e pertanto garantire l’incolumità pubblica. Intendiamo richiamare tutti – ha concluso Magliocca – alla necessità del rispetto del codice della strada in una logica dissuasiva e non soltanto repressiva”.