La Reggia del Basket di Caserta: il nuovo Palamaggiò si chiamerà “Mondo Camerette Arena”

Da sinistra, il Presidente Caruso, l'avvocato Bosco, il Sindaco di Castel Morrone Cristoforo Villano, l'assessore allo sport del Comune di Caserta, Gerardina Martino
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Tutta l’area attorno all’ormai ex Palamaggiò diventerà uno “Sport e Family Village”. A settembre la presentazione del progetto definitivo.

L’avevamo annunciato il 15 luglio, il Presidente di Mondo Camerette basket Giuseppe Caruso, patron dell’omonimo marchio imprenditoriale, ha presentato offerta irrevocabile di acquisto del “Palamaggiò”.

Il sito, come sappiamo di centrale importanza per il basket e per l’intera provincia, sarà dunque oggetto di adeguata ristrutturazione per diventare nuovamente faro centrale dello sport casertano e luogo di aggregazione multifunzionale del sud Italia.

glp-auto-336x280
lisandro

E questa mattina presso il Palazzo Ducale di Castel Morrone c’è stata la conferenza stampa di presentazione del progetto “Mondo Camerette Arena”

A moderare l’avvocato Luigi Bosco che si è occupato in qualità di legale della redazione e presentazione dell’offerta alla Curatela fallimentare, con lui, al tavolo degli ospiti l’Assessore del Comune di Caserta, delegata allo Sport, Gerardina Martino, il presidente della Mondo Camerette, Giuseppe Caruso, il dottor Giancarlo Bosco, il dottor Giovanni Bonerba, soci di MC Investiment Mondo Camerette, ed infine ma non per ultimo, il sindaco di Castel Morrone Cristoforo Villano, padrone di casa.

Una procedura fallimentare che va avanti dal 2004, vale a dire da 18 anni, tante aste bandite e andate deserte, e la nostra è stata l’unica offerta degna di questo nome presentata fin’ora. Adesso si attende che l’offerta presentata venga ritenuta congrua e poi si partirà”, ha esordito salutando i presenti l’avvocato Bosco e passando la parola al Sindaco Villano.

“E’ un vanto non solo per Castel Morrone ma per tutto il territorio, siamo davvero orgogliosi e partecipi dell’iniziativa – ha detto il primo cittadino di Castel Morrone – Naturalmente chiediamo alla proprietà di rispettare tutti gli standard che la norma impone. E’ giusto che questo territorio sia al centro di questa iniziativa perché questa struttura per noi è una risorsa, chiediamo di inserire e veicolare il nome di Castel Morrone nel nuovo logo di Mondo Camerette Arena. Perchè il basket possa rivivere sia per Caserta, che per Castel Morrone che ne ha fatto la sua storia”.

L’Assessore Martino ha portato al tavolo il sostegno e la vicinanza del Comune di Caserta “Sono qui in rappresentanza del Sindaco e del Comune di Caserta – ha detto – sapere che c’è una proposta concreta di un privato che è già all’interno del mondo del basket per riqualificare questa struttura e creare intorno ad essa una vera cittadella dello sport come punto di riferimento di area vasta è fondamentale, lo sport è una delle pratiche più flessibili e resilienti di rilancio vero del territorio da un punto di vista sociale ed economico. E’ nella memoria di tutti la storia e le radici del Palamaggiò ed il suo legame indissolubile con la nostra squadra di basket, saremo felici di fare la nostra parte”.

Tutti d’accordo quindi sulla nascita del Mondo Camerette Arena, anche se sulla questione del nuovo nome della struttura è nata già qualche piccola polemica, a cui risponde direttamente il Presidente Caruso: “Grazie veramente di cuore al sindaco Villano che dal primo momento ci ha supportato in questa decisione per qualcuno folle di presentare questa offerta.

Non amo favoritismi ed avere le istituzioni accanto in questo momento è solo ed esclusivamente per avere supporto in questo periodo così difficile, durante un percorso importante come la fase di start-up di un progetto si ha bisogno di una sinergia forte da parte di tutti.

Ho letto dei commenti sui social, molti erano preoccupati riguardo ad una possibile speculazione edilizia, nulla di tutto questo, qui nell’area dell’Arena sorgerà invece uno Sport & Family Village. E il nome dice tutto: sarà un’area al cui interno, oltre al palazzetto dello sport, ci saranno altre attività collaterali allo sport, una piscina olimpionica, 25 metri x 10, campi di paddle, un’area picnic a disposizione delle famiglie.

All’interno ci sarà anche un ristorante, un bar al servizio di tutti gli ospiti, insomma sarà un vero e proprio polo. Questo investimento non nasce solo ed esclusivamente per il palazzetto, l’offerta è per l’intera area che ruota intorno al palazzetto dello sport.

Un punto da sciogliere è il discorso della denominazione: molti Casertani ci chiedono di poter lasciare il nome Palamaggiò alla struttura, però mi sembra invece rispettoso nei confronti di un’azienda che mette in piedi un tale progetto di poter battezzare il proprio nome, nello specifico quello di Mondo Camerette.

Non è affatto una novità per questo palazzetto, ci meravigliamo oggi ma in altri tempi si è anche chiamato Paladecò. E comunque nelle migliori città europee accade, un esempio per tutti l’Allianz Arena, tutte le società che fanno investimenti e che sono comunque sponsor delle proprie strutture le rinominano con la propria denominazione, non ve lo devo spiegare io.

Personalmente non ho avuto mai il piacere di confrontarmi con nessuna delle altre società sportive sul territorio ma da imprenditore non ho assolutamente alcuna remora nel dichiarare che la struttura è a disposizione di tutta Terra di Lavoro. Mettiamoci insieme e mandiamo avanti questo progetto com’è giusto che sia.

al momento al momento gli ho spiegato veramente in grandissime linee Qual è il progetto dello Sport & Family Village ma Speriamo che nelle prime settimane di settembre possiamo presentare definitivamente il progetto per intero, sia quello del Mondo Camerette arena che quello anche dello Sport & Family Village”, ha concluso Caruso.

La conferenza stampa si è chiusa con una dolce sorpresa offerta dall’amministrazione di Castel Morrone, una torta offerta e preparata dal pluripremiato pasticciere di fama nazionale Guido Sparaco dell’omonoma pasticceria, per la gioia dei presenti.