La Sagra del Fico d’India e la Gara del Solco a Castel Morrone dal 7 al 9 settembre

glp-auto-700x150
mywell
previous arrow
next arrow

La Sagra del Fico d’India è per i cittadini Morronesi una sorta di  Natale di Castel Morrone, è il momento  laico in onore del frutto dei tifatini per eccellenza: il fico d’india. La manifestazione viene organizzata dalla Pro Loco di Castel Morrone, di concerto con l’Amministrazione Comunale e con la collaborazione delle tante Associazioni operanti sul territorio.

La manifestazione quest’anno si svolgerà nello stupendo scenario di Piazza Bronzetti nei giorni 7, 8 e 9 settembre. Le serate saranno allietate da musiche e spettacoli e si potranno gustare prodotti tipici locali, tra i quali piatti a base di pecora e dolci a tema di fico d’india.

sancarlolab-336-280
sancarlolab-336-280
previous arrow
next arrow

La serata dell’8 sarà caratterizzata dalla premiazione dei partecipanti alla tradizionale “Gara del Solco”organizzata dall’Amministrazione Comunale e che vede il suo epicentro nello splendido eremo di Monte Castello, dove viene analizzato il lavoro da  giurati secondo le linearità, lunghezza, difficoltà incontrate nel percorso, visibilità e spettacolarità.

La gara del Solco a Castel Morrone ha una tradizione antichissima che affonda le sue radici nella stessa cultura contadina che la esprime. Risalente, probabilmente, all’epoca Romana, quando era consuetudine tracciare un solco votivo in direzione di un tempio dedicato ad un dio o ad una dea, è documentata già nel 1661 a Castel Morrone.

Si tratta di un solco rituale collegato con la festività dell’otto Settembre in onore di Maria SS. della Misericordia, patrona del paese. Questa gara è un misto di sacro e profano, di rivalità civica e di affetto devozionale, ma soprattutto è una gara di abilità contadina. Nel periodo che va dalla fine di Agosto fino all’otto Settembre, varie squadre, composte da contadini del paese, tracciano ognuna un solco in direzione di Monte Castello, dove è il santuario della Madonna della Misericordia.

Il solco parte dalle colline circostanti la vallata, attraversa boschi, vallate e campagne. Quando si incontra un ostacolo sul cammino (una siepe, una casa), il solco riprende dall’altro lato. Anche i campi coltivati vengono attraversati senza alcun problema. Il giorno della festa (8 Settembre) una commissione, composta da tecnici, cultori di tradizioni popolari e anziani contadini, si reca sul monte e decreta la vittoria al miglior solco che deve rispondere ai seguenti requisiti: linearità, lunghezza, difficoltà incontrate nel percorso, visibilità e spettacolarità. 

Una tradizione quella della tracciatura dei solchi arricchita dalla suggestiva visione notturna dei solchi illuminati che è possibile percorrere anche con l’ausilio di Trekking Castelmorrone il 7 settembre partecipando al  pellegrinaggio con la fiaccolata. La fiaccolata 2018, 4^ edizione porterà ad assistere un solco da vicino in un percorso totale di circa 11 km ( 6 km di fiaccolata ) di media difficoltà T/E con un dislivello di circa 300m complessivi.