La Shoah il 28 gennaio alla Biblioteca Comunale “G. Tescione “ di Caserta

Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre. (Primo Levi)

Anche Caserta non dimentica! Lunedì 28 gennaio tutti sono invitati a partecipare al convegno che si terrà nella Biblioteca Comunale “G. Tescione”, all’interno della Sala Conferenze del Complesso di Sant’Agostino.  Il comune di Caserta, il Centro Studi Francesco Daniele, l’Istituto Campano per la Storia della Resistenza, l’Università Orientale di Napoli, il giornalista e coordinatore del dibattito Franco Tontoli, il pubblicista Carlo De Michele, l’associazione Le Ali della Mente, gli alunni della scuola primaria De Amicis di Caserta e la testimone diretta di Mariastella Eisenberg saranno i protagonisti che avranno il delicato compito di ricordare le tragiche circostanze che hanno portato allo sterminio degli ebrei.

Il Presidente del Centro Studi Francesco Daniele Felicio Corvese, da sempre interessato con le sue pubblicazioni al tema della Resistenza ed ai problemi storico-politici del Mezzogiorno, terrà una relazione dal titolo La “difesa della razza” nazista e lo stragismo eugenetico. Un argomento di cui ho parlato nell’articolo sul convegno sugli Ebrei Italiani che si è tenuto oggi a Piedimonte Matese e che conviene approfondire.

Il pubblicista Carlo De Michele tratterà I prodromi della Shoah, i prodromi dell’indifferenza, che mette l’accento su come buona parte dei cittadini abbiano avallato, a volte neanche capendola, la strategia nazista e fascista nei riguardi degli Ebrei.

Il docente di Filosofia e Storia Francesco Soverina affronterà il problema del Razzismo e antisemitismo fascista: l’incubo del meticciato, che pone l’accento su come il Fascismo abbia seguito l’iter iniziato da Hitler nello sterminio. Il Soverina oltre ad essere membro direttivo “Vera Lombardi, ha curato Olocausto/Olocausti. Lo sterminio e la memoria, del 2003 ed è autore di La violenza politica di massa. Guerre, stermini e genocidi nella prima metà del Novecento, del 2009-2010 e di Le leggi razziali in Italia: un capitolo imbarazzante della nostra storia del 2009.

Mariastella Eisenberg racconterà i tragici momenti della sua vita legati alle persecuzioni ed alcuni suoi brani verranno letti dagli attori delle Ali della Mente. Ricordiamo alcuni sui libri, tra cui Il prete ebraico, 2018, Cantico della parola svelata, 2013, Il tempo fa il suo mestiere, 2016, Madri vestite di sole, 2014, Sara, 2009, Chiedi alle mani, 2019.

I bravissimi alunni della scuola primaria De Amicis intoneranno il canto ebraico Gam Gam, scritto da Elie Botbol, di cui riporto il testo in italiano, facendoci capire anche quanto loro si sentano ancora vicini al dramma ebraico ed ai piccoli uccisi dai nazisti:

Anche se andassi
nella valle oscura
non temerei alcun male,
perché Tu sei sempre con me;

Perché Tu sei il mio bastone, il mio supporto,
Con Te io mi sento tranquillo.

Un grazie alla città di Caserta

Un convegno importante, dove verranno affrontati diversi temi ancora attuali, sotto certi aspetti, sull’idea e sulla nascita dell’antisemitismo, con particolare attenzione all’Italia, dal punto di vista sociale, storico, politico e culturale. La presenza, inoltre, della scuola primaria casertana ci fa comprendere come le insegnanti tutte abbiano a cuore l’insegnamento di argomenti così dolorosi, anche se trattati con la dovuta accortenza, ai loro piccoli alunni che, un giorno, potranno raccontare, da adulti, questa esperienza didattica così importante. Ancora una volta la città di Caserta si mostra pronta e partecipe, come del resto altri comuni, a non voler voltare le spalle al ricordo ed alla conoscenza di uno dei periodi più bui della nostra esistenza.