Il soprano casertano Teresa Sparaco ambasciatrice della lirica napoletana in Uzbekistan

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Abbiamo imparato a conoscere il Soprano Teresa Sparaco nella sua globalità, un’artista capace sempre di cambiare e rinnovarsi, rimanendo però sempre la stessa: una cantante in costante evoluzione e alla ricerca di nuove sonorità. La Sparaco, eccellenza casertana della lirica, è stata nominata, al termine della Master Class, “Ambasciatrice della lirica napoletana in Tashkent” presso la Musical Academic Lyceum name dafter V.Uspensky diretta da Dildora A. Djamalova.

Per il Soprano Teresa Sparaco è sicuramente questo un riconoscimento prestigioso ricevuto in Asia Centrale, nella Repubblica dell’Uzbekistan, simbolo del lavoro che da anni svolge sia come cantante lirica che come ambasciatrice della lirica napoletana e di pace. Il progetto, per la valorizzazione della canzone classica napoletana, è nato dal desiderio del Soprano Sparaco di unire due culture che musicalmente hanno molte similitudine: la cultura musicale napoletana la cui lingua è stata dichiarata dall’UNESCO patrimonio dell’umanità e la cultura musicale Uzbeka.

glp-auto-336x280
lisandro

Tale sintesi è sicuramente interessante dal punto di vista dello scambio culturale. La canzone classica napoletana, infatti, si presta molto ad essere accompagnata da strumenti tradizionali uzbeki che sono molto simili a quelli del folclore napoletano. L’obiettivo della master class è stato quello di perfezionamento, per la prima volta in Uzbekistan e proprio nell’Accadenia V.Uspensky, della canzone classica napoletana superando la conoscenza superficiale divulgata nel mondo. I docenti hanno accompagnato gli studenti a un approfondimento dell’idioma e dello stile autentico del genere musicale napoletano, avvicinandoli a una più fedele interpretazione della canzone napoletana con le caratteristiche dell’esecuzione del mandolino e presentando anche l’arte scenica di Napoli. La valenza internazionale, inoltre, della canzone napoletana classica e la sua compatibilità con lo spirito musicale uzbeko, sono state confermate dalle esecuzioni con gli strumenti musicali tradizionali del luogo.

I docenti sono tornati a casa con un dono prezioso: aver vissuto una settimana con gli studenti attenti, appassionati e molto musicali. Il progetto é stato realizzato dal Soprano Teresa Sparaco in collaborazione con la  direttrice Dildora Djamalova e docenti della Musical Academic Lyceum name dafter V. USPENSKY. I docenti della Master Class che hanno realizzato il progetto di unione musicale tra la Città di Caserta e la capitale della Repubblica dell’Uzbekistan, Tashkent sono, oltre al Soprano Sparaco, il Soprano Clara Vitale e Francesco Natale, mandolino e chitarra  rappresentante della Federazione Mandolinistica Italiana. Un riuscito successo aver portato, per la prima volta nella storia musicale della Repubblica dell’Uzbekistan, l’unione di strumenti musicali tradizionali uzbeki a corda con la canzone classica napoletana e il suo mandolino.