“La storia vecchia”: fiabe senza tempo a “Officina Teatro” di Caserta

Dal 7 al 26 dicembre a “Officina Teatro” di Caserta andrà in scena “La storia vecchia”, libero rifacimento de Lo cunto de li cunti di Giambattista Basile. Con la drammaturgia e regia di Michele Pagano, l’opera mette in scena il respiro di una comunità che sopravvive nel tempo attraverso le leggende e i racconti.

Giambattista Basile, scrittore napoletano di epoca barocca, fu il primo a trasformare la memoria in fiaba, da affidare all’immaginazione «de li piccerille». Da quelle fiabe attinsero per molto tempo gli scrittori di tutta Europa, riadattando le storie alle diverse lingue e alle diverse culture.

In questo lavoro di Michele Pagano le parole di Basile rivivono fedelmente sulla scena; ma le storie sono nuove, sono inventate da capo, per sollecitare l’immaginario di un pubblico adulto che vive cinque secoli dopo Basile. Una raffinata operazione di collage, un mosaico che ridisegna le forme con le preziose tessere di un capolavoro immortale. Mantenendo vivo il fuoco dell’inventiva, conservando la potenza della lingua napoletana, questo spettacolo invita ad un viaggio nuovo con la bellezza della parola antica.

In scena gli attori Antonio Avenia, Liliana Bottone, Giuseppe Marino, Umberto Orlando, Nicola Commito, Joe Nicodemo. I costumi sono curati da Pina Raucci, mentre le scenografie sono firmate da Alpa.

Lo spettacolo, prodotto da Officina Teatro, andrà n scena il 7-8-13-14-15-20-21-22-25-26 dicembre

Con orari feriali alle 21, e nei giorni festivi alle 19.

 

Loading...