La volpe avvistata verso Casertavecchia ha iniziato le cure. Ora CCVIC le cerca un nome (Video e foto)

foto di repertorio

Ci chiedevamo tutti se fosse maschio o femmina, beh, è un maschio ed è un esemplare giovane. Le Guardie Zoofile dell’Enpa, guidate da Vito Marcello e accompagnate dalla signora Rosa De Simone che per prima ha segnalato la volpe sulla panoramica per Casertavecchia, postando le immagini sul gruppo di cittadinanza attiva di Facebook CCVIC-C (Ciò che vedo in Città), dopo quasi una settimana di appostamenti l’hanno finalmente avvicinata.

E’ stato un momento molto emozionante come testimoniano foto e video, la volpe è molto giovane ed è confidente, si avvicina all’uomo, cosa che fa preoccupare in molti, ma questo ha consentito ai volontari di poterla accostare per proporle la polpettina contenente il farmaco necessario a curare la rogna che da tempo la consuma, al punto da aver spelato quella che per le volpi è un vanto e un segno distintivo, la bella coda è diventata una codina.

Le Guardie Zoofile dell’Enpa hanno assicurato che non sarà abbandonata e che continueranno con la terapia fino a guarigione avvenuta. Nonostante avessero posto una gabbia trappola hanno preferito non prelevarla dopo aver appurato si trattasse di una femmina, perchè potrebbe avere cuccioli in zona.

 

E adesso sul gruppo di Ciochevedoincittà Caserta scatta il contest per la scelta del nome, avendola ormai adottata come mascotte del territorio e simbolo della ricca fauna dei monti tifatini. Tanti i nomi in lizza, da Libera a Foxy, qualcuno suggerisce Hirta in onore di Caserta, qualcun altro Zoe, altri ancora Gaia come la madre terra o Fata, Fatina dal monte che la ospita, Tifata. Ma in tanti hanno suggerito Ferdinando in onore del re che visse a Palazzo Reale che è il simbolo della città. Vediamo cosa succederà, certo è che le sorti di questa volpina stanno rubando il cuore di tante persone.