L’AMOPA premia a Caserta quattro eccellenze per lo studio della lingua francese del Liceo Classico della Comunicazione “Pietro Giannone”

Una lingua diversa è una diversa visione della vita” sosteneva il grande maestro Federico Fellini, ed è proprio a partire da questa ferma convinzione che prende vita il corso di Liceo Classico della ComunicazionePietro Giannone” , un indirizzo di studi, eccellenza sul territorio casertano, che si propone come squisito connubio di cultura classica e moderna e che, pertanto, concilia la forma mentis tipica del classicista ad un più ampio ambito di applicazione delle potenzialità degli studenti, a cui vengono forniti tutti gli strumenti necessari per “contestualizzarsi” rispetto alla realtà circostante.

Punto cardine di questo modello di formazione è proprio lo studio della seconda lingua straniera, che si realizza non tramite la mera lezione frontale ma anche, e soprattutto, tramite la concreta possibilità per gli allievi di toccare con mano e vivere a pieno una cultura differente .

Gli studenti del corso E, in particolare, in più di un’occasione, si sono egregiamente distinti nell’ambito di gare e concorsi nazionali, in cui hanno avuto la possibilità di dimostrare la perfetta padronanza della lingua francese supportata da profondi contenuti culturali e personali.

Oggi martedì 22 ottobre 2019, presso la nuova sede del Liceo Giannone di via Melvin Jones, infatti, ha avuto luogo la cerimonia di consegna dei premi rilasciati dall’AMOPA (ASSOCIATION DES MEMBRES DE L’ORDRE DES PALMES ACCADEMIQUES) per quattro eccellenze della classe III E del Liceo Classico della Comunicazione.

La cerimonia, iniziata alle ore 10.30 con i saluti del dirigente scolastico Marina Campanile e del vicepreside Marcello Natale, è stata presieduta da tre personalità di spicco della quasi cinquantennale Associazione SIDEF: il Presidente Nazionale della SIDEF Aldo Cobianchi, la professoressa di francese e attuale fiduciaria della SIDEF a Caserta Carmen Conte, e la ex fiduciaria e cofondatrice della SIDEF, la professoressa D’Agnese.

Dopo la consegna degli attestati di superamento dell’esame DELF e il sentito elogio rivolto a tutti i ragazzi per i brillanti risultati conseguiti, sono stati premiati Eliana Amato, Valeria Campolattano, Manuela Nappo e Pasquale Siciliano, i quattro studenti che si sono distinti per ricercatezza della lingua e profondità di contenuti nelle recensioni di quattro libri di lingua francese.

Dopo un conciso ma significativo intervento di questi ultimi, gli insigni ospiti hanno rivolto sentiti complimenti alle insegnanti di lingua francese Antonietta Mastroianni e Clelia Biacino, docente madrelingua e preziosissima risorsa per l’indirizzo della comunicazione.

La cerimonia, che si è svolta un clima di profondo rispetto e sentita partecipazione, ha dimostrato ancora una volta quanto sia notevole l’importanza dello studio delle lingue straniere, intese come mezzo per osservare il mondo  in maniera sempre  rinnovata e sinceramente libera da pregiudizi, ed in particolare dello studio del francese che, come ha sottolineato Cobianchi, rappresenta una preziosa risorsa in quanto lingua in cui si esprimono, non solo la Comunità Europea, ma anche molti dei più promettenti paesi in via di sviluppo.