L’anteprima del film di Pio e Amedeo “Come può uno scoglio” in diretta all’Uci Cinepolis di Marcianise

SANCARLO50-700
glp-auto-700x150
previous arrow
next arrow

Il duo comico Pio e Amedeo presenterà il nuovo film dal titolo “Come può uno scoglio” mercoledì 27 dicembre presso il cinema UCI Showville Bari. A partire dalle ore 20:00 Pio e Amedeo saranno ospiti del multiplex per la speciale anteprima esclusiva del film che li vede protagonisti diretto da Gennaro Nunziante e distribuito da Vision Distribution. In questo evento imperdibile il celeberrimo duo racconterà curiosità e retroscena del film ed interagirà con il pubblico presente in sala.

Per accontentare tutti i fan di Pio e Amedeo, UCI Cinemas proporrà questo evento in diretta streaming in 33 multisala del Circuito selezionati in tutta Italia. In Campania l’evento sarà trasmesso presso UCI Casoria (NA) ed UCI Cinepolis Marcianise (CE), il multisala all’interno del Centro Commerciale Campania.

Sinossi del film “Come può uno scoglio”

lapagliara
LORETOBAN1
previous arrow
next arrow

La storia inizia con Pio, un ragazzo dal carattere debole e impacciato, al quale il defunto papà Salvatore, ricco costruttore, ha imposto le sue scelte. Eppure, la sua è una vita agiata da fare invidia. Avvocato e ora anche presidente dell’azienda del papà, sposato con Borromea, padre di due bambini, Ginevra e Manfredi, vive nel castello dei marchesi Pasin, i suoi suoceri, proprietari della storica cantina vinicola di famiglia dove producono prosecco.

E non è finita. Adesso un gruppo di imprenditori locali lo ha candidato a sindaco del paese perché essendo un debole lo possono manovrare facilmente. Il parroco del paese don Boschin, guida spirituale del defunto padre di Pio, gli chiede il favore di assumere come autista Amedeo, un ragazzo dal passato turbolento che l’ha visto spesso finire in carcere e che sta cercando di reinserirsi nel mondo del lavoro. Quella di Amedeo è una vera e propria irruzione nella vita di Pio; con i suoi modi espliciti e la sua esuberanza inizia a sovvertire la consolidata armonia famigliare.

La situazione diventa presto ingestibile; Borromea e i suoceri marchesi chiedono la testa di Amedeo, ma Pio non ha la forza di mandarlo via, una scelta che risulterà vincente. Sì, perché, contagiato dal coraggio di Amedeo, Pio metterà in discussione tutto e andrà a riprendersi la vita che voleva e farà pace con i suoi desideri. Una rivolta totale che lo porterà con Amedeo a intraprendere un viaggio carico di sorprese, fino alla scoperta che quell’autista non è giunto lì per caso, che quelle loro vite così diverse sono unite da qualcosa di forte e incredibile perché nessuno è niente per nessuno.