L’appello dell’Angelo degli Ultimi ai cittadini: “Non donate soldi ai clochards”

Dopo l’ultimo episodio in cui è stato necessario il ricovero da 118, di una dei clochards dell’area del Banco di Napoli a Caserta, per una rovinosa caduta, l’associazione L’Angelo degli Ultimi che da tempo si occupa dell’assistenza dei senza tetto, non solo presso la struttura comunale Casa del Sorriso di via Mondo, ma anche e soprattutto “on the road”, lancia un preciso allarme.

Non date soldi ai Clochards – così la presidente Antonietta D’albenzio chiede alla popolazione – siamo coscienti che cercate di fare loro beneficenza, ma purtroppo, bisogna essere consapevoli che molti di loro sono ormai dediti all’alcool ed ogni piccolo euro ricevuto viene speso in vino in cartone di scarsissima qualità che ovviamente li uccide a poco a poco.

Il percorso in struttura per il recupero è difficilissimo e lento, i nostri amici non sono in carcere, sono liberi di uscire, e proprio per questo capita non poche volte, che nonostante l’impegno e la cura costante dei volontari che presuppone addirittura una loro presenza giornaliera, i nostri decidano per un pò di tornare in strada laddove, sono convinti di poter racimolare qualche soldo da spendere purtroppo in alcool”. 

La donna protagonista dell’incidente, è purtroppo tornata in strada dopo un bellissimo percorso fatto all’interno della Casa dove stava anche contribuendo alla cura dell’orto, soggetta purtroppo alle difficoltà e agli imprevisti duri di una vita all’aperto. Lidia, questo è il suo nome, ha anche una famiglia però, una figlia, e se non ricevesse nulla da nessuno quando si trova sul marciapiede, si sentirebbe in qualche modo costretta a chiamare i familiari o a tornare alla struttura.

“Dunque vi chiediamo col cuore in mano – conclude D’Albenzio – non date loro soldi, se proprio volete comprate loro le sigarette o un panino ma non soldi, nemmeno pochi spiccioli. Aiutateci piuttosto con le raccolte, abbigliamento, alimenti, medicinali, abbiamo sempre bisogno di tutto“.