L’approdo della “Scuola digitale” a Caserta. Successo per l’evento svolto al Belvedere di San Leucio

Caserta – Nel viaggio di Futura Italia per tutto il Paese tra le 25 tappe tocca anche Caserta;  WaterUtopia il nome della manifestazione ospitata nella suggestiva cornice del Belvedere di San Leucio, che mai come in questo caso risplende di una luce speciale, risultante dalla forza e dalla temperanza degli studenti coinvolti, tutti mossi da una decisa volontà di progredire nell’utilizzo del digitale, dimostrare le potenzialità del nostro territorio e le bellezze che ci contraddistinguono come popolo.

I ragazzi provenienti dalle scuole limitrofe, il Liceo Pietro Giannone, l’Istituto Alessandro Manzoni, il Liceo Armando Diaz, l’Istituto Francesco Giordani e l’ITIS Terra di Lavoro hanno partecipato attivamente all’evento sia nelle vesti di steward e hostess, che nel ruolo di sfidanti nelle due gare principali scelte per la città di Caserta: Hackathon e Womest. Le sfide cadenzate da esercizi di training e laboratori si propongono come due esperienze diverse.

L’Hackathon

Per l’Hackathon i ragazzi delle diverse scuole sono stati suddivisi in 12 gruppi finalizzati a rispondere ad una richiesta specifica di problem solving, in questo caso il reinserimento di un particolare profilo umano nella società odierna, con una necessaria sensibilizzazione all’utilizzo di tecnologie e innovazioni digitali.

Il Womest

Il  Womest sfida tutta al femminile, toccando una tematica più ampia, quale quella della scarsa  presenza di donne nell’orizzonte lavorativo ed educativo nelle discipline SMET, dunque propone, per la competizione casertana, la composizione di un disegno a tutto tondo della propria città nel futuro 2050. Le ragazze, in tutto 50, 10 per ogni squadra, hanno dovuto immaginare, basandosi sui segnali evolutivi che sempre più dirompenti notiamo nella nostra quotidianità, un territorio sviluppato e all’avanguardia strutturando ipotesi plausibili e coerenti sulla necessaria deriva ecosostenibile che dovremmo attuare per la salvaguardia dell’ambiente e della nostra esistenza.

L’acqua, il tema dell’evento

L’acqua è stato il tema centrale dell’evento, ponendo l’accento sull’importanza di questo bene nelle varie sale didattiche dedicate Future zone e al Digital Circus i visitatori hanno potuto toccare con mano tutti i progredimento che si attuano in campo scientifico, tecnologico e che stiamo raggiungendo nella ricerca di energie rinnovabili. La tappa del 25,26,27 ottobre del piano nazionale “Scuola Digitale” ha dato lustro alla nostra terra, dando dimostrazione dell’immensità delle nostre risorse territoriali e ha chiamato alla partecipazione attiva l’ente scolastico regalando un’indimenticabile esperienza agli studenti di oggi, artefici e protagonisti del nostro futuro.