L’artista internazionale Noa in concerto al Teatro Ricciardi per l’anteprima del Capua Festival

Capua – Si fa musica senza confini al Teatro Ricciardi.
Achinoam Nini in arte Noa, inaugura l’anteprima del “Capua Festivaldomenica 20 ottobre alle ore 20:30 insieme al suo storico collaboratore Gil Dor, stimato musicista e co-fondatore della RimonSchool of Music.

Il concerto speciale diretto dalla cantautrice, poetessa e compositrice percussionista israeliana riprende 11 brani strumentali di Johann Sebastian Bach e li arricchisce con sue parole e testi in inglese ed ebraico. L’artista ha pubblicato 15 album, l’ultimo uscito lo scorso marzo dal titolo “Letters to Bach“.

Il teatro storico di Capua e il direttore responsabile Gianmaria Modugno sono lieti di accogliere il suono limpido e caldo “della voce della pace” che si unisce alla genialità raffinata degli archi del Solis String Quartet, un omaggio al famoso compositore tedesco e alla grande canzone partenopea.

Israeliana di origine yemenita, cresciuta negli Stati Uniti, Noa risiede in Israele con suo marito e 3 figli. È la principale cantautrice internazionale di Israele, dopo aver condiviso il palcoscenico con superstar come Sting, Pat Metheny, Quincy Jones, Stevie Wonder, Andrea Bocelli e molti altri, ed è la prima Good Will Ambassador di Israele per la FAO, la Food and Agriculture Organization of le Nazioni Unite. È stata anche nominata comandante dell’Ordine al merito della Repubblica italiana dal presidente Sergio Mattarella d’Italia. Tra i suoi numerosi riconoscimenti c’è il Crystal Award del World Economic Forum, dove è stata scelta anche come leader globale di domani.

Insieme al suo collaboratore di lunga data Gil Dor, ha pubblicato oltre 15 album che hanno venduto milioni di copie in tutto il mondo. Noa è stato il primo ebreo ad esibirsi in Vaticano 20 anni fa e da allora ha fatto così tante volte, per tre Papi. Lei e Gil Dor furono gli unici artisti scelti per esibirsi nell’evento culminante della Giornata Mondiale della Gioventù a Cracovia, davanti a Papa Francesco e ad un pubblico di 2 milioni di persone.

Oltre al suo appassionato impegno per la musica, Noa dedica gran parte del suo tempo alla promozione della pace e del dialogo tra Israele e Palestina e alle varie questioni sociali, offrendo volontariato estensivo per le organizzazioni in questi campi. È stata l’unica artista israeliana leader ad accettare di esibirsi nello storico raduno di pace in cui è stato assassinato Yitzchak Rabin, e da allora è diventato il più straordinario sostenitore di celebrità israeliane per la soluzione dei due stati.

Loading...