“Lasciami Volare”, la Fondazione Ema Pesciolino Rosso porta a Caserta la storia di Giampietro Ghidini

Oltre 1500 incontri in tutta Italia con 350.000 tra genitori e studenti. Giampietro Ghidini gira il paese per parlare ai giovani dei giovani, dei loro malesseri, delle possibilità negate, delle prospettive da catturare. Lo fa dopo aver perso suo figlio Manuele di 16 anni, morto annegato dopo una serata con gli amici a base di alcol e droga.

Questa volta è a casa nostra, oggi  infatti è a Caserta, stamattina all’istituto Giordani con gli studenti e questa sera alle 20.30 alla  Chiesa di San Pietro in Cattedra al Rione Tescione.

Una testimonianza di vita per cercare di condividere l’idea che non solo si può sopravvivere al dolore ma che le sofferenze e le difficoltà ci possono rendere migliori, perché quello che oggi sembra farci cadere può essere quello che domani ci aiuterà a stare in piedi”.

L’ evento di questa sera è aperto a tutti.

Gianpietro Ghidini:
Un padre che dopo la morte del figlio, Emanuele 16 anni, dona la sua vita ai giovani.
Dottore in economia e commercio, ha ricevuto i seguenti riconoscimenti:
– Premio del Parlamento per la Legalità Internazionale a Montecitorio
– Premio Campione per i Giovani premiato dai City Angels a Milano
– Premio per la Solidarietà 2018 al Magna Grecia Awards a Bari
– Vincitore Premio Letterario Napoli Time con il libro Lasciami Volare
– TEDxVerona è stato scelto come relatore nel 2017
– Chiave d’argento della Legalità 2019 (con il patrocinio del MIUR e del Ministero dei Beni Culturali)
– Premio alla solidarietà A.N.A.S 2019

Temi trattati:
• La storia di un padre e di un figlio;
• Origine delle dipendenze (Droghe, alcol, smartphone, ecc.); • Rapporto genitori/figli;
• I valori della vita;
• L’importanza delle relazioni

Loading...