Latitante di Caserta arrestato in Repubblica Dominicana, era stato condannato per violenza sessuale

Questa mattina sono stati arrestati in Repubblica Dominicana cinque latitanti italiani di cui due accusati di reati contro il patrimonio ed altri tre, tra questi uno è di Caserta, condannati per violenza sessuale.

L’operazione è stata condotta dalla Polizia di Stato italiana, dagli agenti del servizio centrale operativo, della Squadra Mobile di Brescia e del servizio per la cooperazione internazionale di Polizia, con la preziosa collaborazione della polizia locale della Repubblica Dominicana.

L’operazione si inserisce nell’ambito del progetto “Wanted 3“, promosso dalla Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato per scovare i soggetti che si danno alla latitanza sia in Italia che all’estero per sfuggire ai provvedimenti di condanna.

Tra i cinque arrestati c’è Salvatore Buonanno, 42 anni, di Caserta. Ricercato dal 2014 per una condanna ad una pena di 8 anni e 6 mesi di reclusione per reati di lesioni personali, violenza sessuale e violenza sessuale di gruppo in concorso, commessi in Provincia di Caserta. L’uomo, che gestiva una pizzeria nella città di Santiago, è stato catturato per strada a Costanza, a circa 30 Km dalla città di Santo Domingo, senza opporre alcuna resistenza. Forse convinto che la Polizia italiana non l’avrebbe cercato dall’altra parte dell’Oceano.

Gli altri quattro arrestati provengono da Brescia, Milano e Pordenone.

Un viaggio proficuo ed un grande risultato per la Polizia italiana, ottenuto anche grazie alle autorità locali.

I cinque arrestati sono partiti dall’aeroporto “Las Americas” di Santo Domingo e rientreranno oggi in Italia per scontare le rispettive pene.

Loading...