Le fotografie di Bruno Cristillo delle MA-DONNE: una documentazione sull’arte delle Madonne del Latte

MA-DONNE realizzate da Bruno Cristillo
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

La storia della Madonna del Latte è una delle più antiche e amate nell’arte cristiana. Raffigurata a seno scoperto, Maria è immortalata mentre allatta il suo divino figlio, Gesù, o mentre si prepara a farlo.

Questa iconografia, conosciuta anche come Virgo Lactans o Maria lactans in latino, ha radici profonde nella tradizione cristiana e ha ispirato numerosi dipinti e sculture nel corso dei secoli.

Bruno-Cristillo-Fotografo
Bruno-Cristillo-Fotografo
Terrazza Leuciana
previous arrow
next arrow

Nella sua prima versione, l’immagine della Madonna del Latte era una rappresentazione intima e materna di Maria come Madre di Dio e patrona delle puerpere. Queste opere d’arte mettevano in evidenza l’aspetto umano di Cristo, insieme alla sua natura divina, e comunicavano un senso di tenerezza e protezione materna. Maria era vista come un modello per le madri e come una figura di conforto per coloro che si trovavano in momenti di difficoltà.

La seconda versione dell’iconografia della Madonna del Latte aveva uno scopo diverso. In questa rappresentazione, Maria mostrava la sua predilezione per un personaggio specifico, spesso un santo, un alto prelato o una figura religiosa importante.

Questo personaggio era presentato come un esempio da seguire per la Chiesa e per la comunità dei fedeli. La benevolenza di Maria era simboleggiata dal latte che scendeva dal suo seno e che veniva accolto con gratitudine da coloro che lo ricevevano.

In alcuni casi, l’immagine della Madonna del Latte rappresentava la benevolenza di Maria rivolta a un gruppo più ampio di persone, come le anime del Purgatorio. Si credeva che il latte della Madonna potesse alleviare le sofferenze di queste anime e offrire loro conforto e speranza. Questa immagine era un richiamo alla compassione di Maria e alla sua capacità di intercedere per le anime dei defunti.

La festa liturgica della Madonna del Latte non ha una data precisa nel rito romano, ma spesso coincide con altre festività mariane o cade nei mesi mariani per eccellenza, come maggio o ottobre. Questa celebrazione è un momento di riflessione e devozione per i fedeli, che si uniscono per onorare la figura di Maria e per contemplare la sua maternità divina.

L’iconografia della Madonna del Latte ha avuto un impatto duraturo sull’arte e sulla spiritualità cristiana. Attraverso le sue rappresentazioni, Maria viene ricordata come una madre amorevole e compassionevole, che offre conforto e sostegno a tutti coloro che si rivolgono a lei. La sua figura continua ad ispirare e a suscitare devozione in tutto il mondo, testimoniando il potere della maternità e della compassione divina.

Le Ma-Donne di Bruno Cristillo

Le fotografie della serie MA-DONNE realizzate dal fotografo Bruno Cristillo rappresentano un’importante documentazione sull’arte delle Madonne del Latte, un’iconografia diffusa in Terra di Lavoro tra il tardo Medioevo e il Rinascimento.

Queste fotografie offrono una preziosa testimonianza dell’arte di una regione che ha svolto un ruolo fondamentale come punto di incontro tra Roma, l’Italia centrale, il Meridione, la Sicilia, il Mediterraneo e Bisanzio.

I lavori degli Uffici Diocesani dell’area Casertana per la tutela e la valorizzazione dell’Arte sacra sono da considerare un contributo importante a questa ricerca. La serie completa delle stampe fotografiche, realizzate in tiratura limitata, è disponibile sul sito brunocristillo.it.

Le stampe fotografiche a tiratura limitata sono realizzate su Carta Cotone FineArt, una carta tradizionale da stampa con un rivestimento appositamente progettato per applicazioni di alta qualità. Questa carta, realizzata al 100% in alfa cellulosa, si distingue per la sua sensazione tattile vellutata e la sua struttura chiaramente definita. La superficie esclusiva conferisce alle immagini un effetto tridimensionale e una profondità impressionante, mettendole in risalto in tutto il loro splendore.

Il rivestimento opaco a getto d’inchiostro garantisce risultati di stampa eccezionali, con una riproduzione dei colori e dei dettagli eccellente, neri profondi e contrasti ottimali. Inoltre, la carta è priva di acidi e lignina, garantendo una resistenza all’invecchiamento di lunga durata.

La Carta Cotone FineArt è una delle scelte più popolari per le stampe FineArt e le riproduzioni artistiche, grazie alla sua sensazione tattile unica e alla sua superficie di alta qualità.