Le novità del menù invernale della Pizzeria Luca Brancaccio di Caserta

Riccia 3.0
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

La stagionalità dei prodotti e dei sapori, ma anche il continuo affinamento degli abbinamenti e delle ricette. Due dogmi che accomunano i grandi chef ed i grandi pizzaioli. Per questo Luca Brancaccio, nella sua pizzeria di Caserta, ripropone il suo menù invernale di pizze, nominato “Winter Selection”, tra conferme e novità.

Brancaccio ha introdotto una novità assoluta ed ha ulteriormente affinato alcune delle pizze storicamente presenti nel suo menù invernale. La Winter Selection della Pizzeria Luca Brancaccio di Caserta è composta da 9 pizze:

glp-auto-336x280
lisandro

Sapori tipicamente autunnali per la Reale con fior di latte, crema di zucca in mascarpone artigianale, funghi porcini freschi disidratati, rapa rossa da quest’anno saltata in burro di Normandia, germogli di valeriana, cacioricotta del Salento;

Confermata la Rinforzata, ispirata all’insalata di rinforzo natalizia e dedicata agli amanti del genere: base di fior di latte, scarola riccia, papaccelle Egizio, baccalà fermentato all’arancia, maionese al cavolfiore, olive nere infornate snocciolate a mano e nocciole di Avella I.G.P.;

Nessuna modifica per la Completa al Contrario, ispirata al classico calzone completo napoletano: pomodoro San Marzano D.O.P. arrostito, ricotta di fuscella, crumble di cicoli di maialetto paesano del Sannio, provola di Agerola, pepe affumicato al melo. Pizza apprezzatissima da chi ama i sapori tradizionali;

Sofisticata e delicata la Riccia 3.0, forse la pizza più sorprendente della Winter Selection: vellutata di scarola riccia di Avezzano, mousse di alici della costiera, provola di Napoli, olive nere infornate, confettura di pomodorino del Piennolo del Vesuvio D.o.p., pinoli di San Rossore, capperi croccanti.
Una pizza completamente nuova e molto scenografica, caratterizzata da delicatezza ed equilibro;

Altra conferma è la Carcioffola con fior di latte, mousse di patate di Avezzano I.G.P. speziate, carciofi arrostiti alla napoletana ed olio evo Petrazzuoli. Pizza ispirata ai carciofi con le patate, preparazione tipica delle nonne napoletane. La novità di quest’anno sta nella speziatura della mousse di patate;

Altra pizza tanto classica quanto golosa ma declinata in una versione più sofisticata: la Porchetta con Mousse di patate di Avezzano I.G.P., porchetta di Ariccia artigianale, provola, basilico;

La Cafona è uno storico cavallo di battaglia di Luca Brancaccio. Si distingue dalle pizze con salsiccia e friarielli a menù in quasi tutte le pizzerie della Campania innanzitutto perché qui i friarielli sono in mousse, quest’ultima realizzata da quest’anno con panna di bufala campana. Completano la pizza la salsiccia di maialetto paesano del Sannio tagliata a punta di coltello, provola e basilico.

La Patanegra, la pizza con il celebre prosciutto iberico ed il tartufo, è una scommessa vinta da Brancaccio, infatti entra stabilmente nel menù. La farcia si compone di fior di latte, patate cotte in burro di arachidi, cornicione in crosta di Grana Padano riserva, lardo di Patanegra, pregiato tartufo nero grattugiato.

Fresca e leggera, la Tartufata lascia in primo piano il delicato sapore del tartufo: fior di latte, tartufo nero fresco dell’Irpinia, formaggio di pecora del Matese, valeriana (che prende il posto della misticanza) e basilico.

Su tutte le pizze l’olio è l’Exta Vergine di oliva “Oro di Caiazzo” del Frantoio Oleario Marco Mondrone.

La Pizzeria Luca Brancaccio è a Caserta, in via Sardegna, 42.
Chiusa il lunedì e la domenica a pranzo.
Contatti: info@pizzerialucabrancaccio.it; 0823 77 66 69;
https://www.pizzerialucabrancaccio.it/