Le Regine della Verdile vincono la seconda edizione del premio letterario Publio Virgilio Marone

Nadia Verdile, giornalista e scrittrice di casa nostra, amatissima e molto seguita sui social, quasi una influencer ormai, per usare un termine che farà storcere il naso a chi non potrebbe associare il suo nome, simbolo di cultura, a quella che ormai sembra essere una professione del nulla, ha vinto un nuovo premio, quello letterario Publio Virgilio Marone per la saggistica edita.

Lo annuncia lei stessa su Facebook con un piccolo emozionato post: ”Ora lo posso dire. Le mie “Regine” hanno vinto il Premio Letterario Publio Virgilio Marone, come miglior saggio. Una goccia di felicità, ci sta”.

E ci sta anche per chi la segue da molto apprezzando non solo la sua attività di scrittura ma anche le posizioni “socialmente utili” potremmo dire che è solita prendere con coraggio, insofferente com’è alle discriminazioni e alle intolleranze in generale.

Nadia Verdile ricordiamo è nata a Napoli, vive a Caserta, ma è di orgine molisana. Insegna materie letterarie nella Scuola Superiore e collabora da tempo con il quotidiano «Il Mattino».

Attualmente con almeno 20 libri all’attivo, molti suoi saggi sono stati pubblicati in riviste nazionali ed internazionali. Relatrice in convegni e seminari di studio, come storica, da anni, dedica le sue ricerche alla riscrittura della Storia delle Donne. È direttrice della Collana editoriale “Italiane” di Pacini Fazzi Editore.

Si tratta questa della seconda edizione del Premio Letterario “Publio Virgilio Marone”.

L’Associazione di Promozione Sociale Dialogos in collaborazione con New Media Press Edizioni Flegree ha organizzato la prima edizione del Premio nell’estate del 2019.

L’intento è far conoscere la produzione letteraria Virgiliana e i riflessi sulla cultura. Un sito internet – www.publiovirgiliomarone.it – sarà il punto di riferimento.

La Giuria destina il Premio “Virgiliano” a coloro i quali, una o più persone, si sono distinti nel campo della cultura.

Per il 2020 le giurie hanno decretato i seguenti vincitori:

Poesia inedita
Fausto Marseglia (Marano, Napoli) “Virgilio ‘o Prutettore”

Poesia edita
Umberto Vicaretti (Roma) “Canzone di Orfeo”

Narrativa inedita
Giulio Irneari (Bergamo) “Ritratto di donna alla finestra”

Narrativa edita
Gianluca Papadia (Pozzuoli) per “I racconti del venerdì”

Saggistica edita
Nadia Verdile (Caserta) autrice del saggio “Regine. Spose bambine, eroine e sante dall’Europa alla corte di Napoli”. (Pacini Fazzi editore, 2018, Lucca)

Poesia in latino – ex aequo
Laura Pavia (Sannicandro, Bari) con “Est omnibus caelis pugna lunae timidae nocte”
Arianna Elisa Oian (Udine), studentessa del Liceo “Mameli”di Udine con “Aeneae fatum”

Giornalismo
Marco Molino (Napoli) “Virgilio e Leopardi non sono sepolti a Napoli ma nel parco di Piedigrotta resiste il loro ricordo” – Corriere del Mezzogiorno 26 giugno 2017

Scuola
Valeria Erbasto (Giugliano) e Umberto De Salsi (Pozzuoli) “Sulle tracce di Enea: viaggio interattivo nei Campi Flegrei” studenti del Liceo Majorana di Pozzuoli