Le ultime ed infuocate dichiarazioni del presidente Vincenzo De Luca circa il Coronavirus in Campania

Torna a farsi sentire il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca che, con il suo stile ormai riconosciuto anche al di fuori dei confini regionali, ha voluto ammonire i cittadini della Campania ricordando che il Coronavirus non è ancora del tutto sconfitto, nonostante le notizie tutto sommato rassicuranti che giungono negli ultimi giorni dai bollettini dell’Unità di Crisi.

“Mettete le mascherine e state attenti. L’emergenza Covid non è alle nostre spalle ma al nostro fianco. E nei prossimi mesi vaccinatevi tutti perché tra alcune settimane non dobbiamo confondere la comune influenza stagionale con i sintomi Covid. E per fare ciò c’è bisogno di una campagna vaccinale di massa”.

Parole pronunciate stamattina, martedì 14 luglio, in occasione di un tour in provincia di Benevento che ha portato il Governatore anche a presenziare ad un convegno sulla diga di Campolattaro. Risale invece a ieri un’altra dichiarazione di De Luca, stavolta ben più colorita e rivolta ai giovani:

“Mi dicono che i giovani nella movida si scambiano perfino i bicchieri quando stanno lì a bere birra o altri alcolici. Sono comportamenti idioti oltre che masochisti, perché di covid-19 si muore.I giovani devono sapere che si muore di coronavirus, pensano che sia una stupidaggine ma invece cominciamo ad avere non solo contagi nella fascia giovanile dai 15 anni in su, ma anche persone che vanno in terapia intensiva. Quindi bisogna divertirsi, incontrarsi, godersi l’estate ma tutelare la propria salute e la loro vita. Lo dico in particolare a chi ha una persona anziana, un nonno e una nonna e a chi ha bambini, è il tempo di essere responsabili e se sarà così usciremo da questa situazione drammatica”.

Fonte: Ansa Campania.