L’eclissi di luna più lunga del secolo vista dall’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere

La più lunga eclissi lunare del secolo non può certamente mettere in ombra la forte collaborazione con il Comune di Santa Maria Capua Vetere che ha promosso l’iniziativa “Che fai tu, luna, in ciel?” del Circuito Archeologico puntando sul valore culturale della Città.

Infatti stasera, 27 luglio, presso l’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere, secondo per dimensioni solo al Colosseo di Roma, il pubblico sarà accolto da Ida Gennarelli, direttore del Circuito Archeologico dell’Antica Capua e dal Sindaco Antonio Mirra.

L’Anfiteatro Campano o Anfiteatro Capuano, è un anfiteatro di epoca romana della città di Capua, oggigiorno sito a Santa Maria Capua Vetere, secondo per dimensioni solo al Colosseo, al quale probabilmente servì come modello essendo stato, verosimilmente, il primo anfiteatro del mondo romano. Fu sede della prima e rinomatissima scuola di gladiatori. Il monumento ha un posto di grande importanza nella cultura classica e moderna, e nell’immaginario collettivo a livello mondiale, per essere stato il luogo da cui il gladiatore Spartaco guidò nel 73 a.C. la rivolta che per due anni tenne sotto scacco Roma negli anni immediatamente precedenti il primo triumvirato.

Dopo il brindisi di benvenuto seguirà una visita speciale del monumento e poi spazio a Massimo Capaccioli, professore emerito di Astrofisica dell’Università degli Studi di Napoli Federico II. La serata sarà chiusa in musica dal pianista Fabio Tommasone e l’attore Luigi Cinone. Di seguito il programma della serata.