Lenti ICL: una soluzione innovativa per correggere i difetti visivi anche quando il laser è sconsigliato

Lenti ICL
glp-auto-700x150
SANCARLO50-700
mywell
previous arrow
next arrow

Le lenti ICL rappresentano una soluzione innovativa per correggere i difetti visivi quando la chirurgia laser non è un’opzione. Queste lenti fachiche intraoculari offrono una visione di altissima qualità, risultati post-operatori eccezionali e immediati, riducono il rischio di occhio secco e, inoltre, possono essere reversibili.

Il dottor Luigi Conti, esperto presso il Centro San Paolo Vision Care di Napoli, spiega che le lenti ICL sono la risposta ideale per molti problemi visivi, con oltre tre milioni di impianti effettuati e un tasso di soddisfazione dei pazienti superiore al 99%.

lapagliara
sancarlolab-336-280
previous arrow
next arrow

Queste piccole meraviglie vengono posizionate tra il cristallino e la pupilla, permettendo ai pazienti di dire addio alle lenti a contatto e agli occhiali anche quando la chirurgia laser non è possibile.

Se la chirurgia non rappresenta una soluzione adatta per te, le lenti ICL offrono ancora un’opportunità per correggere la miopia fino a 20 diottrie o l’ipermetropia fino a 10 diottrie, persino con astigmatismo significativo.

L’utilizzo delle lenti fachiche in camera posteriore, o ICL, permette di correggere difetti visivi come l’ipermetropia e l’astigmatismo – spiega Luigi Conti, medico oculista presso il Centro San Paolo Vision Care di Napoli –. Con questa procedura si possono correggere tutti i gradi di miopia, dalle lievi alle moderate, in particolare quelle elevate. Inoltre, rappresentano una valida alternativa al laser quando questo non può garantire la correzione prevista. È fondamentale che il paziente segua un percorso diagnostico in cui vengono evidenziati quelli che sono i dati oculari biometrici al fine di ottimizzare il risultato“.

Grazie a un rapido intervento, della durata di pochi minuti e svolto sotto anestesia locale, è possibile impiantare le lenti ICL e ottenere immediatamente una visione tra i 9 e i 12 decimi, con un effetto praticamente istantaneo. Questa procedura è di tipo “additivo”, poiché non comporta la rimozione di tessuto come avviene con la chirurgia laser.

La lente viene inserita all’interno dell’occhio attraverso una piccola apertura corneale al di dietro dell’iride e davanti al cristallino e per il suo materiale garantisce un’alta qualità visiva – aggiunge il Dott. Conti –. La sicurezza di questa lente è assolutamente elevata e comprovata“.

Dopo l’intervento i pazienti registrano un miglioramento della vista già dal primo giorno. “I vantaggi dell’impianto ICL possono essere riassunti fondamentalmente in: alta qualità visiva, eccellenti e immediati risultati post-operatori, ridotto rischio di indurre la sindrome da ‘occhio secco’ poiché la procedura non agisce sulla cornea e reversibilità dell’intervento” conclude il Dott. Conti.

Le lenti ICL vengono prodotte negli Stati uniti e sono riconosciute e approvate dal principale istituto regolatorio mondiale, la Food and Drug Administration (FDA).