L’Esercito di Terracotta sarà esposto nella Reggia di Caserta?

Come riportato oggi da VesuvioLive, la Reggia di Caserta ospiterà quest’anno l’Esercito di Terracotta. Un centinaio di queste statue provenienti dal mausoleo di Qin Shihuang, il primo imperatore della Cina, verrebbero esposte in alcune sale del palazzo reale vanvitelliano.

Non siamo ancora riusciti ad avere la conferma ufficiale, ma da indiscrezioni sembra che le preziose sculture saranno fruibili ai visitatori dal prossimo autunno e per circa una decina di mesi. Per accedere alla mostra sarà necessario acquistare un biglietto supplementare, quindi non basterà il semplice ticket di ingresso alla Reggia.

L’Esercito di Terracotta è considerato uno dei più importanti siti archeologici al mondo, oltre che una delle più grandi scoperte del XX secolo. Si trova a circa 30km da Xi’an, la prima capitale dell’Impero Cinese.

L’Esercito di Terracotta è stato costruito per proteggere la tomba del Primo Imperatore della Cina, Qin Shihuang, e per accompagnarlo nell’aldilà: i migliaia di soldati a grandezza naturale rappresentano l’esercito dello Stato di Qin (fine del Periodo degli Stati Combattenti, 476–221 a.C.) che trionfò su gli avversari e permise al Primo Imperatore di unire la Cina sotto un unico grande impero. La creazione di questo capolavoro richiese circa quarant’anni di lavoro e più di 700 mila artigiani.

L’anno scorso a Napoli fu allestita una mostra che rappresentò lo stesso esercito di terracotta nella Basilica dello Spirito Santo in Via Toledo, noi di CasertaWeb l’avevamo visitata per voi. Ma in quel caso i guerrieri esposti non erano quelli originali, bensì una riproduzione molto precisa creata da artigiani locali che per realizzare le statue fedelmente, seguirono le antiche tecniche di fabbricazione.

Qin Shihuang, il Primo Imperatore Qin (/chin/), da cui la Cina prende il nome, prima di morire commissionò la creazione di un grande esercito che proteggesse il suo mausoleo e lo accompagnasse nell’aldilà. Voleva dimostrare la sua grande potenza e mantenere lo status di primo e grande imperatore anche nell’oltretomba.

L’Esercito di Terracotta è stato costruito a immagine dell’esercito che trionfò e conquistò tutti gli Stati avversari, permettendo a Qin Shihuang di unificare il territorio sotto un unico grande impero.

Loading...