Lettera aperta del Comitato Attivisti per il Policlinico di Caserta

Policlinico di Caserta
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Riceviamo e pubblichiamo la seguente lettera aperta del Comitato Attivisti per il Policlinico di Caserta:

Lo scrivente “ Comitato Attivisti per il Policlinico di Caserta” ,

Preso atto  

di un concreto autorevole percorso Istituzionale, politico e finanziario, posto in essere dalla SV e mirato alla realizzazione, “ad ogni costo” , entro il 2025, dei lavori del trentennale cantiere della Grande Struttura Sanitaria del Sud Italia , come da lei più volte dichiarato, e, per ultimo ,  all’incontro che Lei ha avuto con il Provveditore OO.PP, Placido Migliorino, la Dirigente dell’Ufficio attuazione interventi PNRR ed Edilizia Ospedaliera, Roberta Santaniello, l’impresa Sorgente Srl e le maestranze,  dove, tra l’altro, ha pure assicurato, che entro la fine del 2024, il Policlinico di Caserta, ospiterà le attività universitarie di didattica e di ricerca dell’Ateneo Vanvitelli .

Visto  l’effettivo concretizzarsi del Suo progetto strutturale, anche nella individuazione digitale di “ Un Ufficio speciale Policlinico” a scopo informativo , realizzato nell’ambito del Sito Universitario, con riferimenti e notizie di natura tecnica, connessi alla costruzione del Policlinico in Caserta e contatti vari.

Ritenuta  la grande dimensione “dell’Ospedale Umano” su una superficie di 250 mila metri quadri e 350 posti letto, con una popolazione studentesca di circa 5mila persone e, un blocco riservato all’ assistenza , suddiviso in 5 Edifici indipendenti, su un area complessiva di 68.500 mq ed infine un piazzale di accesso al Pronto Soccorso con eliporto.

glp-auto-336x280
lisandro

Considerato l’effettivo sostegno finanziario a vari livelli Istituzionali come :

il  ricorso ai Fondi del PNRR , nonchè  alle risorse economiche previste nell’ambito Programma Triennale dei LL.PP 2024-2026 del Comune di Caserta , di circa 23 milioni per “il completamento degli assi viari del Policlinico di Caserta” ; e, ancora, la disponibilità della Regione Campania ad appoggiare l’ultimazione dei lavori, stanziando, circa 50 milioni per l’acquisto di attrezzature e macchinari;

Considerate, infine , le cave presenti davanti al Policlinico , e, la sentenza n.1729/2020 del TAR Campania sez. NA, favorevole alla ricorrente ditta Luserta Luigi S.r.l. nonchè , in esecuzione, il Decr. Dirig. di proroga(*) della G.R. Campania n. 65 del 11.8.2021, in cui si legge “ tutte le attività a farsi, finalizzate alla completa riqualificazione ambientale della cava in epigrafe ed autorizzate col presente provvedimento di proroga – come specificate ai precedenti punti 2. e 3., si concludano entro 24 mesi dalla notifica del presente atto (avvenuta in data 30.08.2021)”.  – (*) Il tutto nell’ambito del Programma di dismissione della cava di calcare sita alla loculità S. Lucia del comune di Caserta, ai sensi dell’arr.28 delle Norme di Attuazione del Piano Regionale delle Attività Estrattive. – ISTANZA DI PROROGA, ex L.R. 11.22 del 28/07/2017.)

Tanto premesso,                                                                                   

lo scrivente Comitato Attivisti Policlinico di Caserta

Osserva e chiede

a VS, se , grazie al Suo autorevole costante impegno, il Policlinico di Caserta entro la fine del 2024 conterrà effettivamente le attività universitarie di didattica e di ricerca dell’Ateneo Vanvitelli , mentre nel 2025 potrebbe essere definita l’intera Opera Sanitaria e consegnata alla città di Caserta – lei ritiene che ci sarà ancora motivo di preoccuparsi per ulteriori proroghe alle attività di cave? Sarebbe di gran sollievo per i cittadini sapere che il Policlinico di Caserta potrà scrivere,finalmente dopo trent’anni ,la parola fine,grazie a Lei, consegnando il Suo nome alla Storia del più grande Policlinico del Sud Italia .In tal senso , si attende un suo gentile parere.

Lo scrivente comitato, seguirà con passione e interesse civico a tutela dei cittadini, le ulteriori fasi relative:

1) Alla riqualificazione della stazione ferroviaria, per il futuro spostamento su Viale delle Industrie, tra il nuovo Policlinico e l’area ex Saint Gobain con una nuova fermata “Reggia” nell’area adiacente al nuovo centro di accoglienza turistica e il conseguente completamento del sistema infrastrutturale intorno al Policlinico; un asse, questo, che si connetterà con la variante Anas SS700, e “Caserta Nord-Policlinico”;

2) Ai bandi di assunzione del Personale Medico e Paramedico ;

3) All’Insediamento di (180) aziende funzionali al Policlinico di Caserta e non inquinanti , sui terreni espropriati nel 2007-(cd.PIP San Benedetto)

Certi della Sua Sensibilità , si ossequia , restando in attesa di un cordiale riscontro.                

Il comitato attivisti per il Policlinico di Caserta
Dr. Cozzolino Mario – Dr. Gennaro Forito – ex Impr. Ciro Tescione – Dr. Antonio Pugliese – Cons. Inf. Davide Perrelli