Il Liceo Giannone di Caserta si classifica al primo posto al Premio “Storie di Alternanza”

Il Liceo Giannone di Caserta si classifica al primo posto al Premio Storie di Alternanza

Oggi, 26 Novembre 2020, si è svolta la Premiazione nazionale del progetto “Storie di Alternanza”, a cura della piattaforma Job&Orienta Digital Edition, la più importante manifestazione italiana dedicata a scuola, orientamento, formazione e lavoro. Il Premio è un’iniziativa di Unioncamere, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e il Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione, e delle Camere di Commercio italiane, il cui obiettivo è raccontare i progetti di alternanza scuola-lavoro ideati e realizzati da studenti e tutor degli Istituti Scolastici italiani.

Il progetto ha visto coinvolte più di 200 scuole e più di 3000 giovani studenti che, nonostante siano stati colpiti in prima persona dalla pandemia in corso, hanno continuato a credere nelle iniziative di alternanza, un percorso e un’esperienza essenziale, che ha un posto rilevante nel curriculo di studi di ciascuno studente.

La manifestazione, guidata da Daniele Grassucci, fondatore e direttore di Skuola.net, è esordita con gli interventi del Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina e il presidente di Unioncamere Carlo Sangalli, i quali hanno evidenziato quanto grande sia il potere dei giovani, che rappresentano oggi più che mai una fonte di idee, risorse, energia ed entusiasmo, anche in mancanza dell’interlocuzione diretta con i docenti, oltre che riconoscere il ruolo formativo dei PCTO, che hanno il compito di aiutare gli studenti a entrare in comunicazione con il mondo del lavoro, rendendoli consapevoli delle proprie attitudini e dei propri punti di forza.

La premiazione, avvenuta a livello nazionale, è stata suddivisa in due categorie distinte, ossia Istituti tecnici professionali e Licei, che hanno precedentemente superato la selezione locale.

Nella categoria Istituti tecnici si sono classificati sul podio i progetti dell’Istituto Tecnico Economico Franz Kafka di Bolzano (terzo posto), l’Istituto tecnico Amedeo Avogadro di Torino (secondo posto), e l’Istituto tecnico industriale Omar di Novara (primo posto).

Tommaso De Simone

Nella categoria Licei, invece, si sono aggiudicati la vittoria il Liceo Classico Govone di Cuneo e, al primo posto, il Liceo Classico Pietro Giannone di Caserta, con il progetto “Stay at home (Coronavirus+emergency) film festival” , curato dagli studenti della classe 5E del Liceo Classico della Comunicazione e dal tutor Gianrolando Scaringi della società campana di produzione e distribuzione cinematografica Sly Production, tra le maggiori produttrici di cortometraggi in Italia, a cui va il merito di aver contribuito a far emergere le capacità comunicative degli studenti, nonostante il delicato momento storico che è tuttora in corso.

Il progetto, come ha evidenziato il presidente della Camera di Commercio di Caserta Tommaso De Simone, consta in un festival cinematografico che offre al pubblico l’occasione di visionare e premiare le migliori produzioni cinematografiche indipendenti realizzate durante l’emergenza Coronavirus, confrontandosi sui temi trattati dai registi e facendolo da casa, in piena sicurezza. Il successo del festival è stato globale, tanto che il festival è attualmente al vaglio del patrocinio da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Hanno aderito 1.010 registi con altrettanti lavori provenienti da 77 nazioni diverse, inclusi Paesi particolarmente delicati come l’Afghanistan, la Bielorussia, la Cina, Cuba, l’Iran, Israele, la Nigeria e il Venezuela. Il progetto non si è fermato, però, all’anno scolastico, e dopo il grande successo ottenuto è in programma la seconda stagione del Festival, che raccoglierà i film sul post pandemia e sulle migliori proposte e visioni del futuro dopo il coronavirus.

Nonostante la difficoltà di questa situazione, pertanto, la scuola è riuscita ancora una volta ad avvicinare i giovani studenti a grandi opportunità e sfide incoraggianti per costruire il proprio futuro, puntando sull’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della multimedialità.